TORRE ANNUNZIATA – Si è costituito in tarda serata l’assassino di Gaetano Ariosto, ucciso ieri pomeriggio a Boscotrecase con un colpo di pistola.

Quello che inizialmente sembrava un omicidio di camorra, si è poi rivelato un omicidio a seguito di una lite sfociata in tragedia.

Secondo le prime indagini, l’assassino si sarebbe presentato presso la caserma dei carabinieri di Torre Annunziata che indagano sull’omicidio.

Si tratterebbe di un capomastro della ditta dove lavorava saltuariamente Ariosto.

Non ancora chiari i motivi che hanno indotto l’uomo a fare fuoco ma sembrerebbe si sia tratta di una lite.

Intanto emergono ulteriori particolari sulla vittima: residente nel quartiere napoletano di San Giovanni a Teduccio, era fratello di Pasquale Ariosto, considerato vicino al boss oggi in carcere Roberto Mazzarella e condannato in passato per l’omicidio di Luigi Mignano, avvenuto nell’aprile del 2019. (ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments