Chef-Antonio-Cannavacciuolo

Antonino Cannavacciuoli, il noto chef napoletano è stato preso di mira dal alcuni spettatori della squadra del Torino, mentre era in tribuna con la sua famiglia per seguire la partita. Cori, qualche parola di troppo e insulti. Perché? Semplicemente per rappresentare la sua squadra del cuore, in trasferta. Ma lo chef non ha resistito e ha risposto al gruppo con un: “Venite qua! Venite qua!” tutto accompagnato con un gesto della mano, che ha fatto intuire che era pronto per il confronto vis a vis con i suoi contestatori. Le immagini sono state immortalate e subito hanno fatto il giro del web aprendo così, a un ulteriore dibattito fra i tifosi del granata e quelli del Napoli via web.

 

Chef Cannavacciuolo insultato dai tifosi del Torino. Borrelli (AVS): “Ci riempiamo la bocca del rispetto per il prossimo ma poi basta andare allo stadio e assistiamo al peggio del peggio verso chi è meridionale o ha colore della pelle diverso”.  “Ciccione” e “Pezzo di m…”. Così è stato apostrofato Antonino Cannavacciuolo, celeberrimo chef napoletano, tifoso del Napoli, presente ieri all’Olimpico Grande Torino per il match tra azzurri e granata. Sui social è virale un video in cui Cannavacciuolo viene preso di mira dai tifosi del Torino, che intonano cori vergognosi verso di lui.  “Piena solidarietà a Cannavacciuolo – spiega il deputato di Alleanza Verdi Sinistra Francesco Emilio Borrelli che ha ripostato il video – vittima di comportamenti incivili, volgari e vigliacchi. Questo non è tifo ma solo becero razzismo figlio di una sottocultura ignobile che non è mai scomparsa. Ci riempiamo la bocca del rispetto per il prossimo ma poi basta andare allo stadio e assistiamo al peggio del peggio verso chi è meridionale o ha colore della pelle diverso. Ci aspettiamo che ci sia una levata di scudi a sostegno di Cannavacciuolo”.

 

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments