NAPOLI – In seguito ai ritardi nella rimozione dei rifiuti a Napoli e provincia che hanno provocato l’accumularsi di cumuli sono iniziati i primi roghi in strada.

Preoccupato il governatore della Campania Vincenzo De Luca, che in vista anche dello stop per manutenzione di un mese del Termovalorizatore di Acerra chiede a tutti i comuni di predisporre fin da ora soluzioni di emergenza: “Ogni Comune, a cominciare da Napoli, deve trovare un sito nel quale stoccare provvisoriamente i rifiuti, altrimenti andiamo in grande difficoltà.

Prepariamoci per tempo non è un grande problema trovare un sito dove stoccare i rifiuti per due mesi per poi rimuoverli quando torna a funzionare l’impianto di Acerra. Ma muoviamoci, perché vedo che ci sono Comuni che dormono in piedi”.

Di nessuna emergenza parla il sindaco di Napoli de Magistris…

Intanto la notte di Napoli e della provincia si illumina del fuoco dei roghi selvaggi, appiccati da cittadini scellerati che nonostante anni di emergenza rifiuti e nonostante le raccomandazioni danno alle fiamme i sacchetti generando diossina.

Uno di questi è stato documentato in una video denuncia postata da una cittadina di Scampia.

“Si tratta di un problema che è all’attenzione delle istituzioni che sono al lavoro per risolverlo in tempi brevissimi.

I ritardi nella rimozione sono dovuti infatti al fermo temporaneo causa manutenzione di alcuni Stir della Città Metropolitana di Napoli. Invitiamo in maniera accorata la cittadinanza ad evitare i roghi e i comportamenti incivili in attesa che la situazione sia normalizzata”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il portavoce del Sole che Ride in Campania Vincenzo Peretti.

“Sulle pagine social dei Verdi – aggiungono – continuano a pervenire segnalazioni dei cumuli di rifiuti in strada. Da parte nostra stiamo monitorando l’evolversi della questione con la massima attenzione possibile.

Stiamo collaborando alla ricerca di soluzioni che permettano di risolvere il problema in tempi brevissimi ma chiediamo la massima collaborazione ai cittadini. Dare fuoco alla spazzatura non è una soluzione e comporta il propagarsi nell’etere della diossina generata dalla combustione”.

Tornano i roghi di #rifiuti in strada a #Napoli e provincia, sui social appaiono le prime video-denunce. #Verdi: “Decine di segnalazioni sulle nostre pagine, monitoriamo costantemente l’evolversi della vicenda. Stiamo collaborando alla ricerca di soluzioni che permettano di eliminare il problema. Invitiamo i cittadini ad evitare roghi e comportamenti incivili”“In seguito ai ritardi nella rimozione dei rifiuti a Napoli e provincia che hanno provocato l’accumularsi di cumuli sono iniziati i primi roghi. Uno di questi è stato documentato in una video denuncia postata da una cittadina di Scampia. Si tratta di un problema che è all’attenzione delle istituzioni che sono al lavoro per risolverlo in tempi brevissimi. I ritardi nella rimozione sono dovuti infatti al fermo temporaneo causa manutenzione di alcuni Stir della Città Metropolitana di Napoli. Invitiamo in maniera accorata la cittadinanza ad evitare i roghi e i comportamenti incivili in attesa che la situazione sia normalizzata”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il portavoce del Sole che Ride in Campania Vincenzo Peretti. “Sulle pagine social dei Verdi – aggiungono – continuano a pervenire segnalazioni dei cumuli di rifiuti in strada. Da parte nostra stiamo monitorando l’evolversi della questione con la massima attenzione possibile. Stiamo collaborando alla ricerca di soluzioni che permettano di risolvere il problema in tempi brevissimi ma chiediamo la massima collaborazione ai cittadini. Dare fuoco alla spazzatura non è una soluzione e comporta il propagarsi nell’etere della diossina generata dalla combustione”.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Martedì 18 giugno 2019

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments