Circumvesuviana

NAPOLI (di Chiara Esposito) – Pomeriggio da incubo per i passeggeri del treno della circumvesuviana Napoli Baiano.

Il convoglio,partito dalla stazione centrale Napoli Garibaldi alle 17 e 20, si è bloccato improvvisamente alla stazione di Poggioreale,appena due fermate dopo l’inizio della tratta.
“Chi vuole scendere lo faccia,il treno ripartirà tra pochi minuti” queste le parole del conducente,che poco dopo ha ordinato a tutti i passeggeri di lasciare il treno,sembrerebbe per un guasto tecnico.

Tanta la rabbia dei pendolari,che ogni giorno si ritrovano ad affrontare situazioni critiche e stressanti,che sono in molti a definire da “terzo mondo”.

Pochi giorni fa infatti,i passeggeri della stessa linea si sono ritrovati su un treno in avaria,che li ha visti costretti a lasciare il convoglio e raggiungere la stazione centrale a piedi sui binari,come in pellegrinaggio.

A destare sconcerto anche la riduzione dei treni messi a disposizione. Con la temporanea sospensione della linea di Acerra infatti gli orari,da sempre già scomodi, hanno peggiorato la situazione,con la sola frequenza di un treno all’ora circa.

Una situazione insostenibile e vergognosa quella a cui sono dunque costretti i napoletani soprattutto della provincia,che ogni giorno usufruiscono dei mezzi di trasporto pubblici che oramai offrono servizi inesistenti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments