NAPOLI – La saracinesca dell’edicola di Ulderico Esposito questa mattina era abbassata, ma non chiusa.

A tenere infatti aperto il negozio all’interno della stazione della metropolitana di chiaiano dallo scorso luglio, mese in cui è deceduto il titolare d della metropolitana di Chiaiano finito in ospedale con un’emorragia cerebrale dopo aver subito l’aggressione da parte di un nigeriano di 36 anni, ci hanno pensato la moglie Daniela e le figlie Lucia e Alessia che questa mattina hanno partecipato alla deposizione di fianco alla tabaccheria della targa in ricordo di Ulderico.

Al fianco dei familiari erano presenti il questore di Napoli, Alessandro Giuliano, il sindaco, Luigi de Magistris e l’assessore, Alessandra Clemente

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments