NAPOLI – E’ arrivato in compagnia del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, atteso in prefettura per un incontro con i sindacati sulla vertenza Whirlpool. Ma in piazza ad aspettare il ministro del Governo Draghi non c’erano solo i lavoratori licenziati dall’azienda americana: alcune centinaia di disoccupati hanno organizzato una protesta provocando tensioni con gli agenti delle forze dell’ordine in tenuta anti sommossa.

“Abbiamo registrato da parte del ministro Orlando la disponibilità a farsi carico, insieme agli altri ministri, di una soluzione che garantisca continuità lavorativa ai 320 dipendenti della Whirlpool di Napoli”. E’ quanto afferma il segretario generale della Cgil Napoli e Campania, Nicola Ricci al termine del vertice sul lavoro in Prefettura con il ministro Orlando. “Il 30 novembre – aggiunge Ricci – è dietro l’angolo e i lavoratori non possono subire un altro ricatto, quello della mancanza di continuità occupazionale, che si aggiungerebbe al licenziamento avviato dalla multinazionale. Quella dei tempi decisi da Whirlpool è un’altra pugnalata che abbiamo denunciato al ministro Orlando. Sul tempo e sulla gestione del progetto, il ministro ci ha assicurato che se ne farà carico immediatamente, attraverso degli incontri che si saranno già la prossima settimana”. “C’è una disponibilità, dobbiamo come sempre continuare ad incalzare il Governo e l’azienda – conclude Ricci – con la nostra mobilitazione, affinchè ci vengano date risposte immediate sulle garanzie occupazionali per i lavoratori”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments