NAPOLI – La mattinata del 29 giugno il pronto soccorso di Villa Betania è stato distrutto durante un’aggressione. A denunciarlo la pagina Facebook dell’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”:

L’ ambulanza 118 del Crispi trova persona a terra a via Pazzigno a San Giovanni a Teduccio in stato soporoso (sospetta assunzione di sostanze stupefacenti), si fermano, lo caricano in ambulanza, ed in tutta tranquillità lo trasportano a Villa Betania. Improvvisamente una volta giunti in Pronto soccorso il paziente si alza dalla barella ed incomincia a distruggere tutto quello che ha a portata di mano: la barella della ambulanza; il computer di triage; stampanti; porte scorrevoli.

Inoltre il personale dell’ambulanza è stato oggetto di spintoni e di sputi. È stata allertata la polizia che sta identificando il soggetto.

“Innanzitutto esprimiamo la nostra solidarietà al personale del 118 aggredito e che il soggetto ha anche distrutto il pronto soccorso ed aggredito venga denunciato e sottoposto a misure molte severe. Gli ospedali non possono essere più trincee di guerra, non si può lavorare in queste condizioni di violenza e di terrore. I pronto soccorso vanno presidiati dalle forze dell’ordine in maniera continuativa, è urgente applicare queste misure.” -ha dichiarato il Consigliere Regionale di Erompa verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments