VOLLA – I carabinieri della stazione di Volla hanno denunciato 5 persone per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. In transito lungo via Filichito, i militari hanno notato una luce filtrare dalla saracinesca di un circolo ricreativo. Sollevata la serranda, i carabinieri hanno sorpreso 5 persone a giocare a carte – a stretto contatto – attorno ad un tavolo.

NAPOLI

Passeggiava sul lungomare Caracciolo quando ha notato una pattuglia dei Carabinieri. Non avendo alcuna giustificazione, l’uomo – un 25enne del quartiere Montecalvario – ha finto un malore e si è accasciato ai piedi dei militari. Poco prima che arrivassero i soccorsi, però, l’uomo si è rialzato e ha raccontato la verità. I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli lo hanno così denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

“Persone che ballano allegramente tra i vicoli dei Quartieri Spagnoli, folle di gente che passeggia per le vie della Sanità e dei Vergini, gruppi di giovani che affollano la Pignasecca in comitiva, così come al Vasto decine e decine di richiedenti asilo e migranti affollano le strade senza la minima precauzione come mascherine e guanti. Una fetta della città che insiste ottusamente a mettere in pratica comportamenti irresponsabili ignorando la drammaticità del momento e soprattutto le regole contenute nei decreti del governo e della Regione Campania. Si tratta di atteggiamenti criminali che mettono in serio pericolo la salute degli stessi protagonisti di tanta stupidità e di chi ha la sventura di vivergli accanto”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli destinatario di numerose video e foto denunce recapitate da cittadini esasperati per tanta irresponsabilità che stanno avvenendo questi guorni.

“Bisogna pretendere il massimo rigore nel far rispettare le norme adottate a tutti i livelli istituzionali per difendere la salute pubblica – ha proseguito Borrelli – e prevedere la quarantena obbligatoria per tutti coloro che si rendono protagonisti di atteggiamenti del genere, così come previsto per tutti gli sciagurati dell’esodo da nord a sud del Paese. Non è ammissibile che di fronte ai sacrifici immensi di un’intera comunità che rispetta le regole, questi personaggi si sentano ancor più padroni delle strade e della vita degli altri”.

Sono ancora tanti, troppi, gli #incivili e #irresponsabili che non hanno capito la gravità della situazione, i rischi che corrono loro stessi e chi ha la sventura di stargli accanto. #Covid19. Bisogna #restareacasa e uscire solo in caso di necessità.“Persone che ballano allegramente tra i vicoli dei Quartieri Spagnoli, folle di gente che passeggia per le vie della Sanità e dei Vergini, gruppi di giovani che affollano la Pignasecca in comitiva, così come al Vasto decine e decine di richiedenti asilo e migranti affollano le strade senza la minima precauzione come mascherine e guanti. Una fetta della città che insiste ottusamente a mettere in pratica comportamenti irresponsabili ignorando la drammaticità del momento e soprattutto le regole contenute nei decreti del governo e della Regione Campania. Si tratta di atteggiamenti criminali che mettono in serio pericolo la salute degli stessi protagonisti di tanta stupidità e di chi ha la sventura di vivergli accanto”. “Bisogna pretendere il massimo rigore nel far rispettare le norme adottate a tutti i livelli istituzionali per difendere la salute pubblica e prevedere la quarantena obbligatoria per tutti coloro che si rendono protagonisti di atteggiamenti del genere, così come previsto per tutti gli sciagurati dell’esodo da nord a sud del Paese. Non è ammissibile che di fronte ai sacrifici immensi di un’intera comunità che rispetta le regole, questi personaggi si sentano ancor più padroni delle strade e della vita degli altri”.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Domenica 15 marzo 2020

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments