NAPOLI (di Chiara Esposito) – Brutta sorpresa questa mattina per il titolare del locale giapponese situato nel cuore del Vomero a Piazza Fuga, che ha rinvenuto sulla porta del suo ristorante scritte razziste e d’odio.

“Cina e cinesi di mer..”, “Porco d..”, “W la droga”, “W i roghi”, “Meno Polizzei”, questi solo alcuni degli insulti trovati, parole che mettono i brividi per la loro insensatezza e violenza verbale gratuita.

“Da un lato sorrido per la bravata, dall’altro elimino con l’alcol l’ennesima stupida ferita che lascia questa città” commenta il titolare Enrico Schettino, che dopo essere giunto sul posto ha documentato il tutto con un video poi postato sul suo profilo Facebook.

A sconcertare è soprattutto l’ignoranza degli artefici di questo gesto vandalico, che, come sottolinea lo stesso titolare, non conoscono nemmeno la differenza tra cinesi e giapponesi.
Non è la prima volta che a Napoli si assiste ad episodi del genere e a preoccupare i cittadini sarebbe soprattutto il riflesso che di questi azioni squallide subisce la stessa città, a causa di pochi individui che purtroppo molto spesso restano anche impuniti.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami