NAPOLI – I lavoratori della “Whirlpool”, stabilimento di Napoli, hanno bloccato l’ innesto dell’ Autostrada A3 , all’ altezza di via delle Repubbliche Marinare, e si sono raccolti nei pressi del ponte di via delle Brecce verso Gianturco Circa 150 lavoratori della “Whirlpool£ dopo un’ assemblea con le segreterie territoriali di Fim Fiom Uilm sono usciti in corteo per protestare contro lo slittamento dell’incontro con Governo e Consorzio previsto per il 1 marzo e riprogrammato per il 23 marzo.

“Siamo a 3 mesi dal giorno in cui sono scattati i licenziamenti – afferma il segretario aggiunto della Uilm Campania, Antonio Accurso – e a 7 mesi da quando il Governo ci ha garantito di avere una soluzione diversa da Whirlpool, nel primo confronto sulla procedura di licenziamento, avvenuto il 6 agosto 2021.

Dobbiamo vedere i progetti industriali e cominciare a parlare di cose concrete. Regione e Comune ci convochino e siano al nostro fianco per fare accelerare il percorso verso la soluzione della vertenza” – ha aggiunto il sindacalista -. “nessuno può rimanere alla finestra. I lavoratori della Whirlpool di Napoli – conclude Accurso – hanno avuto tante promesse ora meritano serietà e risposte concrete.”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments