POMPEI – Tu sei oltre” e “Tu non sei le altre”, la dilogia scritta dall’autrice torinese Elena Genco finalizzata ad abbattere i pregiudizi sui napoletani e la loro terra. Una sorta di “TotoDiego” che si sta diffondendo tra amici, parenti, vicini di casa e commercianti curiosi di sapere chi possa essere il loro concittadino descritto in questi romanzi che trattano di un incontro realmente accaduto. Una storia che parla di una giovane ragazza Italo-americana e un ragazzo napoletano, di Pompei precisamente, dove tutt’oggi vive. L’opera, presentata alla Mondadori del Vomero, è un romance ma anche divertente e che tratta tematiche importanti, soprattutto i pregiudizi verso la città partenopea.
L’autrice ha voluto appositamente creare un focus per cercare di demolire i preconcetti che, ad oggi, ancora esistono nei confronti di Napoli. Sono, infatti, inserite note culturali, musicali, leggendarie e frasi in dialetto napoletano. La storia tra i due protagonisti ruota sull’amore segnato dal destino. Inizia con i due ragazzi giovanissimi e si conclude con loro adulti, tra le bellissime cornici napoletane e dei dintorni: una giovane protagonista ancorata al sogno americano, che viene costretta dalla famiglia ad una vacanza a Napoli. Lei, ottusamente accecata dai pregiudizi sulla città, vive il tutto come un dramma fino a quando non metterà piede in quei luoghi e noterà immediatamente la semplicità e la gentilezza dei cittadini e la ricchezza della sua storia e dei suoi miti, divisi tra calcio e fede: Maradona, San Gennaro e le leggende che ruotano intorno al Vesuvio.
Una scrittura più giovanile in “Tu sei oltre” e più matura nel prosieguo “Tu non sei le altre” è voluta affinché il messaggio possa arrivare a tutti. Un incontro realmente accaduto che mostra il lato di Napoli vero, sincero, ospitale e dalle diverse leggende generose e romantiche; e che ogni giorno di più incuriosisce e spinge le persone a leggerli…
“Mi piacerebbe arrivare al cuore dei lettori, soprattutto a quello dei napoletani” – dice l’autrice – “Da persona nata e cresciuta al nord, ho sempre sofferto i pregiudizi su Napoli e i napoletani. Nei miei romanzi punto a demolirli e a fare arrivare il messaggio non solo agli adulti ma anche ai giovanissimi, attraverso la storia d’amore di Sarah e Diego, due ragazzi che esistono realmente.”
Un passaparola che sta portando le librerie  del posto ad esporre la dilogia in vetrina, con la speranza che Diego, cittadino pompeiano, decida di mostrare il suo volto a chi sta amando questa storia.]

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments