NAPOLI – L’Associazione Diabolus in Musica, con il patrocinio del Comune di Ravello, organizza la Festa della Musica 2021. Lunedì 21 Giugno dalle 18.45. Location scelta la Piazza del Duomo e lo stesso antico Duomo. Per l’iniziativa nazionale voluta dal Ministero della Cultura, l’associazione ha previsto la valorizzazione della musica con le esecuzioni dei madrigali composti dal direttore il Maestro Colomba Capriglione, eseguiti dall’ ensemble Diabolus in Musica. Il soprano è Monia Salvati, il contralto è Tonia Lucariello, il tenore è Alessio Salvati, la voce recitante è di Lorenzo Costantini, il pianista è Rossella Marcone mentre il maestro Concertatore è Federico Mileo, con il collaboratore Franco Paluzzi.
Prevista l’esibizione del duo canto e Pianoforte con il mezzosoprano Manuela De Rosa ed al pianoforte Adraianoalfonso Pappalardo. Sarà effettuata anche la presentazione del CD “Il Ragazzino di Borgo”. Al mandolino Federico Maddaluno, le musiche sono di Costantino Bertucci. Per il Canto con l’esibizione del Coro Calicanto diretto dal Maestro Silvana Noschese, che è anche direttore del Coro Voci Bianche del Teatro Verdi Salerno. Anche la danza sarà protagonista della Festa della Musica 2021 di Ravello, con le evoluzioni degli allievi del Centro Danza Bac diretto dal Maestro Luigi Fortunato. Durante l’evento sarà presentato il bando del Concorso Internazionale Schola Cantorum, ospite d’onore è il presidente della giuria tecnica, il Maestro Elsa Evangelista, già direttore del Conservatorio San Pietro Majella di Napoli. Previsti i saluti del Sindaco Salvatore De Martino e del Parroco del Duomo Don Angelo Mansi. «Un caso fortuito ma decisamente ricco di suggestioni che la nostra iniziativa, sia come lo scorso anno, uno dei primi eventi culturali nella Città Internazionale della Musica – dichiara il Maestro Colomba Capriglione-. Ringrazio l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Di Martino e il parroco Don Angelo Mansi che hanno condiviso la proposta dando, così, un segnale forte verso una rinascita culturale post pandemia».
«L’appuntamento del 21 giugno è un momento di grande impatto non solo culturale, ma soprattutto emozionale. Ancora una volta, infatti, la musica segnerà indelebilmente un nuovo inizio dopo il buio e la paura dei mesi trascorsi. La musica è l’anima di Ravello, è nel tessuto e nel destino della nostra comunità» ha affermato con soddisfazione il sindaco di Ravello, Salvatore Di Martino.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments