AMALFI – Sarà la celebrazione di due grandi artisti, Steve Wonder e Donny Hathaway, ma soprattutto un tributo al Motown Sound e al suo ruolo, negli anni Sessanta, nella diffusione del genere R&B e nell’integrazione razziale nella musica pop il prossimo appuntamento di Amalfi in Jazz: un omaggio alla creatività di grandi musicisti diventati una leggenda nella storia della musica. 

La notte di Amalfi brilla ancora più forte. Nel suggestivo salotto naturale ‘en plein air’ di Piazza Duomo protagonista, il prossimo venerdì 12 luglio 2024 alle ore 22, sarà la Motown Project Band con lo speciale “Tribute to Stevie Wonder and Donny Hathaway”.  

Un live carico di groove, con la voce meravigliosa di Oumy Ndiaye, Andrea Satomi Bertorelli all’hammond, rhodes, moog synth bass e voce, Antonio Castrovillari alle chitarre, Enzo Astone alla batteria. Ad arricchire la formazione la partecipazione straordinaria di Jerry Popolo al sassofono, musicista tra i più rappresentativi della grande Scuola Jazzistica Salernitana, che vanta importanti collaborazioni con jazzisti internazionali come Michel Petrucciani, Peter Erskine, Randy Brecker, Lee Konitz, Dee Dee Bridgewater, Stefano Bollani e molti altri ancora. Nell’ambito della musica pop, ha registrato e suonato live con diversi artisti, tra cui Andrea Bocelli, Dionne Warwick, Antonello Venditti, Mango e Loredana Bertè.

 

«Dopo il successo del concerto di apertura di Simona Molinari, proseguono i grandi eventi ad Amalfi – sottolinea il Sindaco Daniele Milano –  Siamo convinti che anche questo live conquisterà il pubblico amalfitano e tutti gli ospiti che hanno scelto Amalfi per le loro vacanze. A rendere unica l’atmosfera, l’immagine iconica vista dall’alto della Cattedrale di Sant’Andrea che si erge dalla piazza e tra le case, illuminata nelle architetture che rendono il concerto davvero incantevole. Un sogno ad occhi aperti, come sempre ad ingresso libero».

 «Buona la prima! – esordisce Enza Cobalto, consigliera con delega agli Eventi – La Motown Project Band si esibirà con il “Tribute to Stevie Wonder and Donny Hathaway”. La mission della band è portare avanti il soul e la black music, in una serata omaggio al grande Stevie Wonder e Donny Hathaway, con contaminazioni molto funk e un sound coinvolgente. Anche la voce di Oumy, giovanissima cantante, catturerà il pubblico. Amalfi in jazz rientra nel grande programma di eventi promosso dal Comune di Amalfi, pensato per tutte le età. Dopo il jazz del mese di luglio, si continuerà con la novità di quest’anno, le grandi serate di teatro. A breve partiranno anche tutti gli eventi pensati per i bambini: per lo start abbiamo pensato al grande schiuma party, immancabile nell’estate amalfitana. E poi i dj set in vinile e le serate disco in piazza per fare festa tutti insieme». 

Oumy nasce nelle Marche da mamma italiana e papà senegalese. Grazie ai suoi genitori si appassiona fin da piccola all’ arte e alla musica, essendo sua madre pittrice e suo padre percussionista. Nel 2018 canta in “I’d like to be with you” e nello stesso anno viene chiamata a partecipare con una sua canzone nella compilation reggae edita dall’etichetta La Grande onda di Er piotta. Sempre nello stesso anno partecipa al concorso Music Gallery, vincendo il primo premio nella categoria inediti ed il prestigioso premio Mogol, il quale gli permette di entrare nella sua scuola, il CET.

Amalfi in Jazz proseguirà con Matthew Lee and Band, venerdì 19 Luglio 2024. Insieme alla sua band trascinerà il pubblico con un repertorio che, oltre ai brani di Matthew, va dai grandi classici di Elvis Presley, Little Richard, Ray Charles e Jerry Lee Lewis, fino ad alcuni omaggi a grandi artisti della musica italiana. Uno spettacolo decisamente adrenalinico grazie al virtuosismo di Matthew Lee al pianoforte che lo rende unico nel panorama della musica dal vivo.

Ana Carla Maza è nata quando Wim Wenders stava iniziando le riprese di Buena Vista Social Club a L’Avana. Ha imbracciato per la prima volta il violoncello, strumento che le si intreccerà all’anima, a soli otto anni ed ha calcato il palcoscenico a dieci. A sedici anni si è trasferita a Parigi per studiare al Conservatorio di Musica ed è proprio esibendosi nei jazz club e nei cafè parigini che la sua carriera ha avuto inizio. In formazione quartet, Ana Carla Maza trasporterà Piazza Duomo nel suo universo sonoro venerdì 26 luglio 2024. La giovane interprete cubana si muoverà tra ritmi latini, sonorità pop, armonie jazz e tecnica classica, alternando l’idioma francese a quello spagnolo nella stesura dei testi. Con Ana Carla Maza al violoncello e voce, Norman Peplow al pianoforte, Marc Ayza alla batteria e Luis Guerra alle percussioni.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments