AVERSA – Sabato 5 marzo alle 21 e domenica 6 alle 19, al Nostos Teatro va in scena lo spettacolo “cazzimma&arraggia”, sulla più grande impresa manageriale sportiva del XX secolo: Diego Armando Maradona a Napoli.

Anno 1984, Barcellona, ultimo giorno di calcio mercato. Due ‘sciarmati’ sono alle prese con la più grande impresa manageriale e sportiva del XX secolo. Non hanno mezzi, non hanno possibilità, eppure ci riescono. I due improbabili dirigenti, chiusi da 59 giorni in una camera d’albergo, attendono da Napoli una telefonata: la conferma che i soldi per Diego Armando Maradona ci sono.

“È inutile nasconderci. Siamo tifosi del Napoli e da tempo stavamo ragionando su una tematica precisa da portare in teatro: come si realizzano i sogni? – spiegano gli autori, Fulvio Sacco e Napoleone Zavatto -.Tutto parte dal 13 febbraio 2019, giorno in cui Marek Hamsik, da 12 stagioni all’ombra del Vesuvio e capitano della squadra da 6 anni, viene venduto in maniera del tutto anonima. Siamo dei romantici, ci siamo rimasti male. Quella sera ci siamo detti: quando è stata l’ultima volta che abbiamo vissuto un sogno – magari epico e collettivo? Siamo nati dopo l’arrivo di Maradona, troppo non-nati per piangere Berlinguer, troppo piccoli per ricordarci il primo concerto di Gigi D’Agostino, troppo assenti dalla vita per vedere in scena Eduardo, troppo sobri per bere con Lucio Amelio.

Per realizzare questo sogno siamo andati direttamente da lui, da Corrado Ferlaino. Ancora oggi non sappiamo come abbiamo preso quell’appuntamento, ancora oggi ci chiediamo perché ha accettato la proposta di una video-intervista di due sconosciuti che niente volevano sapere di Maradona, ma di sogni e Napoli. È nato così il desiderio di raccontare la nostra versione dei fatti. Abbiamo scelto di raccontare la più grande impresa manageriale e sportiva del XX secolo”.

Prossimo appuntamento al Nostos Teatro: domenica 20 marzo alle 19, “Napucalisse” di e con Mimmo Borrelli, musiche dal vivo di Antonio Della Ragione.

CAZZIMMA&ARRAGGIA

uno spettacolo di Fulvio Sacco, Napoleone Zavatto

coaching Armando Pirozzi

con Errico Liguori, Fulvio Sacco

elementi scenici e costumi Anna Verde

assistente Umberto Salvato

produzione esecutiva Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini

con il contributo di Mestieri del Palco e il sostegno di Nostos Teatro; Putéca Celidònia; cantiere sartoria del Teatro Sannazaro; pigrecoemme – Scuola di Cinema e Fotografia

una produzione improbabile di assemedianosocialclub

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments