NAPOLI – Si terrà l’8 novembre presso il Teatro Mediterraneo alla Mostra d’Oltremare – Viale Kennedy 54 il “Napoli Ballet Gala” una kermesse di danza con artisti internazionali promossa dall’associazione HAMEF. Un evento che vede la partecipazione di ballerini e ballerine delle principali compagnie dei teatri russi del Mariinsky Ballet Theatre, Mikhailovsky Theatre, Grigorovich Ballet Theatre, Kremlin Ballet Theatre e quelli del teatro San Carlo di Napoli esibirsi intorno al tema dell’accoglienza e della danza come forma di contrasto alla paura dello straniero e al razzismo.

La serata vede la direzione artistica di Gennaro Carotenuto, direttore dell’Accademia del Balletto di Pompei e di Andrey Lyapin direttore Artistico del “Moscow Ballet La Classique” di Mosca. L’HAMEF è un’associazione nata a Napoli nel 2012 e che raccoglie l’attivismo e gli sforzi civici di numerosi cittadini stranieri che a Napoli vivono e lavorano.

“Vogliamo dimostrare come un’arte bellissima e romantica come la danza può essere uno strumento di integrazione, di solidarietà ma anche di bellezza, perché la bellezza aiuta a costruire un mondo diverso – commenta Fatou Diako presidente dell’HAMEF – abbiamo coinvolto artisti internazionali costruendo uno spettacolo di grande pregio dal punto di vista artistico e di grande valore sociale, costruire ponti tra diversi e sconfiggere le politiche di odio si può fare in molti modi e noi pensiamo che iniziative come queste possano darci la possibilità di far arrivare il messaggio ad un pubblico ampio e interessato”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments