NAPOLI- Lo scrittore, filosofo e poeta Aldo Di Mauro torna a ragionare di amore e ripercorrendo i suoi affascinanti sentieri letterari e poetici, torna nuovamente negli scaffali delle librerie con il suo libro di poesie “Quando a parlare è il cuore”. Pronto per essere presentato in anteprima sabato 25 settembre alle 11.30 al Teatro Diana per la rassegna “Gli incontri con la lettura del sabato mattina”, il volume edito da “Homo Scrivens” con la prefazione di Chiara Tortorelli, propone un nuovo spaccato in versi su quella dimensione tanto cara a Di Mauro fatta di romantici sentimenti e imperscrutabili stati d’animo. Un incontro per la prima uscita del nuovo libro dell’apprezzato autore che, introdotto e moderato dal giornalista Giuseppe Giorgio, registrerà in compagnia dello stesso Di Mauro, gli interventi di Aldo Putignano e Chiara Tortorelli per la casa editrice e le letture di due attori d’eccezione come Nunzia Schiano e Giulio Adinolfi pronti a dare voce e anima ai versi del libro. Un lavoro quello di Aldo Di Mauro che si trasforma in un vero e proprio canto di amore, in un’affascinate antologia di immagini, di spunti visivi ed emotivi che, confermando la potenza dei versi, riesce a diffondere infinite sensazioni di vita. A prendere corpo sono le memorie, le radici e tutti quei momenti che pur apparendo privi di valore affondano con maggiore forza nel sogno facendoci compagnia per tutta l’esistenza. “Quando a parlare è il cuore”, rappresenta una sorta di eredità poetica a disposizione delle generazioni future. Poesie incantatrici quelle scaturite dalla penna di Aldo Di Mauro, immagini in parole di amore, di affetti e di ricordi capaci di superare la barriera del tempo. Ecco perché quando una notte può diventare un momento di sublimazione in attesa di un salto verso l’infinito, oppure un album di fotografie, un locale storico, una finestra illuminata, un cognac, un ballo, il mare e i fiori, possono tramutarsi in laceranti voglie di analisi, a scrivere è certamente Aldo Di Mauro. Un poeta che abbandonandosi delicatamente ai suoi pensieri lascia lievemente rivivere emozioni e ricordi fino a contrastare la solitudine. Ascoltando ciò che definisce la “voce dell’anima”, Di Mauro genera una poesia pura e gentile. Una poesia fatta di quella stessa leggerezza che diventa sinonimo di perfezione al servizio di un amore antico ma giovanilmente saturo di suggestioni salutari per il corpo e la psiche.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments