IMG-20160412-WA0005

NAPOLI – Una mostra d’arte contemporanea dal titolo “Beautiful Art” è in corso nelle Sale delle Terrazze del Castel dell’Ovo dal 9 aprile e terminerà il 17. La rassegna rientra nella la X edizione di “Primavera a Napoli… vetrine in fiore”, kermesse di art design, ideata, organizzata e promossa dall’Associazione “CulturArte” di Tiziana Gelsomino e Donatella Liguori, grazie al sostegno dell’azienda Fato Logistic Equipments. Tema  di quest’anno è il cibo nell’arte.

Nel castello sono esposte le opere di tre artisti: le proiezioni del fotografo Marco di Filippo, le opere di Salvatore Vita e le sculture di Natalino Zullo. Tre diversi modi, tre diverse filosofie di fare arte contemporanea. Marco Di Filippo, fotografo fashion che ha firmato campagne pubblicitarie delle griffes Gucci e Fendi, espone proiezioni 3D,  Salvatore Vita, al secolo Salvatore Vitagliano, già professore di scultura presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, si presenta con pitture raffiguranti la figura della donna, infine Natalino Zullo, anch’egli docente di tecniche del marmo presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, presenta un’opera del 1960 relativa al periodo classico sino a produrre opere di arte contemporanea con una scultura del gruppo ermafroditi. Il design di alta gamma made in Italy accompagnerà il visitatore attraverso ambientazioni minimaliste. La mostra, che gode del patrocinio morale dell’assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, del Consiglio Regionale della Campania e della I Municipalità, si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica e il mondo produttivo sulla salvaguardia e divulgazione dell’arte. La mostra è curata da Tiziana Gelsomino e Donatella Liguori è la responsabile commerciale della manifestazione. L’edizione di quest’anno saluta anche la collaborazione tra scuola e territorio, con il contributo degli studenti dell’Istituto Tecnico Geometri Della Porta – Porzio, che guidati dai docenti, svilupperanno un progetto sulla cartografia storica del quartiere Chiaia e il centro storico, lavoro che successivamente sarà poi messo a disposizione della città. In mostra al castello una serie di piante topografiche di Napoli. Per il sociale si ringrazia l’Associazione “Milleculure”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments