TORRE ANNUNZIATA – Mirella Azzurro (Pres. Archeoclub Torre Annunziata) : “ Sorpresi dall’ennesimo successo registrato  in queste ore. Tante persone hanno partecipato alle escursioni urbane a Torre Annunziata, in questo fine settimana. Al Museo dell’Identità la narrazione del vino in epoca romana. La cultura deve creare coscienza civile ed andare verso il cittadino. Grande affluenza al museo dell’Identità che non può e non deve chiudere. I musei vanno aperti, non chiusi. I musei e i siti culturali sono presidio di legalità!”.

“Sorpresi dall’ennesimo successo registrato in pochi giorni. È l’ulteriore dimostrazione che quando c’è promozione la gente risponde perché ama la cultura. Tanti i ragazzi presenti. Siamo dinanzi alla dimostrazione che la cultura rende un territorio vivo. Una rete di associazioni culturali attive a Torre Annunziata ha organizzato GiraOplonti con la visita ai principali siti culturali del Centro Storico: chiesa della Madonna delle Neve, la Real Fabbrica D’Armi, la chiesa del Carmine, poi il Museo dell’Identità. Un Museo che vogliamo difendere perché piccolo ma prezioso. I cittadini di Torre Annunziata vogliono che questo Museo rimanga al centro della città e lo vogliono gli studenti che hanno la possibilità di ammirare le sculture e gli ori, i numerosi reperti trovato nello scavo della Villa di Poppea e nella Villa di Crassio. Grazie ai rievocatori storici del Gruppo Storico Oplontino, con Presidente Alfredo Scardone, abbiamo anche rivalutato la Vinaria rustica che era una festa dell’Antica Roma legata alla produzione del vino di questo territorio. Inoltre gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Graziani”, studiando l’affresco situato all’interno della Villa di Poppea dove è raffigurata la Cassata Oplontina, sono riusciti con la sapiente guida dei professori, degli chef, a prepararla e ad esporla nei mercatini allestuti per l’occasione dinanzi alla Villa di Poppea. Le scuole hanno fatto rete con le associazioni culturali ed i risultati sono stati davvero chiari: in poche ore centinaia di visitatori al Museo dell’Identità, molte presenze alle escursioni urbane e ben 180 ingressi in poco più di un’ora alla Villa di Poppea. Insieme abbiamo avuto la presenza della ProLoco con la proiezione di un documentario sulla ricostruzione dell’eruzione del 79 d.C. ma anche di quelle associazioni che operano nel Parco Nazionale del Vesuvio ed impegnate nel recupero della vegetazione all’indomani del grande incendio del 2017. La cultura è un presidio di coscienza civile. I Musei ed i siti culturali sono presidio di legalità. Siamo nettamente contrari alla chiusura del Museo dell’Identità di Torre Annunziata, come potrebbe accadere dall’1 Gennaio del 2023. Il nostro messaggio è chiaro: la cultura non si deposita”. Lo ha affermato Mirella Azzurro, Presidente Archeoclub D’Italia di Torre Annunziata, in Campania.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments