NAPOLI – Si è svolta questa mattina nella sala del Toro Farnese del al Museo Archeologico Nazionale di Napoli la conferenza stampa di presentazione del Jambo Summer Fest, la settimana di concerti gratuiti al centro commerciale di Trentola Ducenta, bene confiscato alla criminalità organizzata, in programma ‪dal 29 luglio al 4 agosto. A dare il via ufficiale all’evento dell’estate, i The Jackal, presentatori d’eccezione delle sette serate con le stelle della musica italiana come ‪Max Gazzé, ‪Arisa e ‪Giusy Ferreri, ma anche un premio assegnato a personalità che si distinguono per l’affermazione dei principi etici che guidano l’impegno degli amministratori di un Centro Commerciale confiscato alla camorra e messo a disposizione dei cittadini. E’ ricca di eventi l’estate del Jambo, il Centro Commerciale di Trentola Ducenta, in provincia di Caserta, che conferma la sua nuova vita come hub di aggregazione di tutto il territorio dell’agro-aversano, un’area molto ampia e popolosa che ha trovato ormai nel centro un punto di riferimento per un sano divertimento e dei momenti culturali, che si intensificheranno nei prossimi mesi grazie anche a una nuova partnership con il Mann.

In primo piano c’è il Jambo Summer Fest, che ‪dal 29 luglio al 4 agosto offrirà sette serate di musica gratuita sul grande palco allestito nell’area esterna del Jambo. Ad aprire il cartellone sarà un trittico di serate con tre grandi donne della musica italiana contemporanea: si parte ‪il 29 luglio con Giusy Ferreri, ‪il 30 luglio sul palco del Jambo salirà ‪Anna Tatangelo, mentre ‪il 31 luglio la star della serata sarà ‪Arisa con il suo concerto. ‪Il 1 agosto tocca invece al duo protagonista dell’estate, Federica Carta e Shade, e a seguire, ‪il 2 agosto, il rap del napoletano Luché. Idoli dei giovanissimi, ‪il 3 agosto saranno di scena i The Kolors, mentre la serata finale è affidata alla voce di ‪Max Gazzé. Le sette serate saranno presentate dai The Jackal, i protagonisti assoluti della scena di Youtube in Italia.

Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito e prima dei big, il Jambo, fedele al suo legame culturale con il territorio, darà spazio ai giovani talenti della scena musicale campana. Nelle scorse settimane al Jambo si sono infatti svolte le selezioni, a cura dell’emittente ufficiale del festival, Radio Marte, per scegliere i sette musicisti o gruppi che apriranno le serate del Jambo Summer Fest. “Abbiamo scelto artisti nazionali – ha spiegato Salvatore Scarpa, amministratore unico del Jambo e coadiutore dell’agenzia nazionale dei beni confiscati – per i a settimana di eventi gratuiti. Dopo il sequestro della società a dicembre 2015 – ha ricordato Scarpa – ho iniziato a lavorare al Jambo concretamente nel 2018. Oltre alle attività strettamente commerciali, abbiamo lanciato il social hub che ha visto la struttura impegnata con gli ospedali pediatrici e Telethon. Siamo orgogliosi degli eventi organizzati in questi mesi perché hanno coinvolto tantissime persone. A dicembre ci siamo occupati anche di arte: abbiamo avuto 60mila visitatori in due mesi per la mostra ‘Oltre la notte’, abbiamo portato qui quadri di Solimena, che hanno incantato anche i più giovani”.

Sere d’estate tutte da godersi, quindi, in uno spazio ampio che già nella prima edizione dello scorso anno ha accolto circa 200.000 persone, con una media di circa 30.000 spettatori a serata.

Le serate al Jambo cominceranno ‪alle 19 con l’apertura dell’area food, che offre un ampio ventaglio di piatti della tradizione campana da gustare, e dell’area giochi per bambini con gli animatori che li intratterrano. ‪Alle 20 parte il concerto dei vincitori del talent che suoneranno fino ‪alle 21.30 circa, poi, a seguire, dalle 22 ci sarà l’esibizione dei big.

A chiusura della conferenza stampa, si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Jambo assegnato a personalità che con il loro impegno quotidiano si distinguono per l’affermazione di quei principi etico – sociali e di quei valori culturali, scientifici, economici imprescindibili per sperare in un domani migliore. Quattro i premiati: il capo redattore Tgr Campania Antonello Perillo, il direttore del Mann Paolo Giulierini, il direttore dell’Agenzia Nazionale Beni Confiscati alla Criminalità Organizzata Bruno Frattasi, e lo scrittore Maurizio de Giovanni.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami