NAPOLI – Parlare di violenza sulle donne è sempre utile e se lo si fa in teatro il messaggio arriva anche più diretto al cuore delle persone. E’ questo lo scopo della compagnia “I senza nome” che portano sul palcoscenico del teatro “Paradiso” di via Mariano Semmola “EVA 2.0”.

Un nuovo format teatrale nato dalla collaborazione tra Rosaria Scotti (regista) e Max Elicio (attore formatosi alla scuola di recitazione del Teatro Diana di Napoli).

È un esperimento di teatro sociale, che ha l’obiettivo di sensibilizzare lo spettatore, in maniera ilare e riflessiva, sul tema della violenza sulle donne.

Nel titolo, intuizione di Max Elicio, è racchiusa la sintesi dello spettacolo. Un viaggio nel mondo femminile, partendo da EVA, la prima donna, fino a giungere alla donna del terzo millennio, la EVA 2.0.

Il format si basa su 12 quadri scenici, 6 per atto, in cui gli attori del cast, un mix di giovani e meno giovani, con esperienza teatrale e neofiti, che si alternano tra danza, gag, prosa, drammaturgia, il tutto mixato da canzoni e musiche a tema, frutto di un’ accurata ricerca musicale effettuata dallo stesso Max Elicio.

I contenuti di questi 12 quadri, sono nati dalla mente e dal cuore femminile di Rosaria Scotti, dalla sua sensibilità al tema ed alla sofferenza che ci circonda nel nostro quotidiano.
L’ obiettivo della compagnia è quello di donare al pubblico emozioni e sorrisi.

TEATRO PARADISO – Via Mario SEMMOLA- Cappella Cangiani (Di fronte al Nosocomio Pascale)
Sabato 13 ore 20.30 e domenica 14 Aprile ore 19.00

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments