NAPOLI – Tornano i concerti dei Virtuosi di Sansevero nell’ambito della stagione concertistica della Fondazione Napolitano: l’appuntamento è per martedì 25 giugno alle ore 17, all’Archivio di Stato di Napoli, dove andrà in scena uno straordinario concerto presentato dalla Fondazione F. M. Napolitano in collaborazione con l’Archivio di Stato di Napoli, inserito all’interno della rassegna de “I Virtuosi di Sansevero”, con la direzione artistica di Riccardo Zamuner che si esibirà in formazione di quartetto insieme a Francesco Fiore (viola), Erica Piccotti (violoncello) e Roberto Arosio (pianoforte).

Molto particolare il programma del concerto, che prevede in apertura la bellissima sonata n° 3 di Edward Grieg per violino e pianoforte in cui la straordinaria freschezza dell’invenzione melodica e la finezza del linguaggio armonico, insieme al costante riferimento alla musica popolare scandinava, daranno modo al violino di Riccardo Zamuner e al pianoforte di Roberto Arosio di raccontarci una delle pagine più intense, melanconiche e passionali del romanticismo.

Si prosegue con l’esecuzione di un brano poco eseguito ma estremamente interessante: il quartetto con pianoforte di Sir William Walton, considerato uno dei più grandi compositori inglesi del Ventesimo secolo. Insieme alla seconda moglie sposata in Argentina nel 1947, di ben 22 anni più giovane di lui, quest’ultimo decise di vivere in Italia, dove nel 1936 aveva scritto il Concerto per violino per il musicista Jascha Heifetz. Desiderando godere della luce e della pace della Baia di Napoli, i Walton scelsero l’Isola di Ischia dove vissero per i successivi 35 anni nella proprietà da essi creata e sviluppata, La Mortella, e dove le ceneri di Sir William Walton sono oggi custodite.

NOTE BIOGRAFICHE DEGLI ARTISTI

Riccardo Zamuner, classe 1997, violinista napoletano, è invitato regolarmente nelle più prestigiose istituzioni concertistiche italiane e straniere. E’ vincitore di diversi concorsi e svolge intensa attività concertistica sia in Italia che all’estero. Collabora con “L’Orchestra da Camera Italiana” di Salvatore Accardo ed ha partecipato a produzioni con l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra Sinfonica di Santa Cecilia e l’Orchestra “I Solisti Aquilani”. E’ ideatore, primo violino e direttore artistico dell’Ensemble “I Virtuosi di Sansevero” che ha debuttato in occasione del concerto di Natale 2017 a Cappella Sansevero. Dal 2023 è primo violino e Maestro concertatore dell’Orchestra Accademia di Santa Sofia di Benevento. E’ Direttore artistico della sezione violino del Concorso Internazionale Emilia ed Elsa Gubitosi, che si svolge a Capri, e docente di violino al Conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza.

 

Francesco Fiore, nato a Roma nel 1967 e vincitore di numerosi premi e concorsi, si è imposto fin da giovanissimo come uno dei musicisti più interessanti ed ecclettici della sua generazione, dando inizio ad una intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi per le più prestigiose stagioni in Italia e nel mondo, collaborando con i più importanti musicisti italiani e stranieri tra i quali: Salvatore Accardo, Bruno Canino, Rocco Filippini, Antonio Meneses, Boris Belkin, Renata Scotto, Antonio Pappano, Bruno Giuranna, Aloys Kontarsky, Aleksandar Madžar, Pierre Amoyal, Rainer Küssmaul. Da più di venti anni è a fianco del Maestro Accardo per i suoi progetti cameristici ed è membro del Quartetto Accardo.

 

Erica Piccotti, nata a Roma nel 1999 e vincitrice negli anni di numerosi concorsi nazionali e internazionali, ha già alle spalle un debutto discografico per l’etichetta Warner Classics, un diploma in violoncello a soli 14 anni con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore, un debutto concertistico a 13 anni in diretta Rai da Montecitorio con Mario Brunello per l’Accademia di S. Cecilia di Roma e il conferimento dell’onorificenza di Alfiere della Repubblica Italiana da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano “per gli eccezionali risultati in campo musicale in giovane età”. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero, sia come solista che in formazione cameristica, ed è stata ospite in numerosi prestigiosi festival di tutto il mondo. Ha condiviso il palcoscenico con artisti quali Salvatore Accardo, Julius Berger, Mario Brunello, Bruno Canino, Augustin Dumay, Gidon Kremer, Bruno Giuranna, Itamar Golan, Louis Lortie, Andrea Lucchesini, Robert McDuffie, Antonio Meneses, Danilo Rossi, Miguel da Silva, Massimo Quarta, Sir András Schiff, Christian Tetzlaff.

 

 

Roberto Arosio si diploma in pianoforte con lode nel 1990. Ha tenuto concerti da solista e soprattutto musica da camera in: Italia, Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Polonia, Portogallo, Corea, Giappone, America Latina, Messico, Stati Uniti, Canada ed Egitto. Ha vinto molti Concorsi di musica da camera internazionali e nel 2005 è stato insignito del Premio Internazionale di Musica da Camera “Franco Gulli” dall’ Associazione Musicale Europa di Roma. È stato il pianista ufficiale del concorso Guebwiller (Francia), Vittorio Veneto e ai Corsi Internazionali dell’Accademia Chigiana tenuti dal M ° B. Giuranna e all’Accademia della Tromba di Brema (Germania). Attualmente collabora come pianoforte e celesta con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, la Osi – Italiana, Orchestra della Svizzera, e l’Orchestra dell’Accademia di S. Cecilia di Roma.

 

 

Per info e prenotazioni:

fondazionenapolitano@gmail.com

www.fondazionenapolitano.com

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments