NAPOLI – Ieri 21 marzo è stata celebrata la “Giornata nazionale della poesia”.

Molte le iniziative realizzate tra i più antichi generi letterari.

“La poesia espressione della potenza creatrice della parola sconfigge il tempo, essa diventa memoria oltrepassando la morte”, affermava il poeta francese romantico François René de Chateaubriand.

In questa cornice si inserisce l’iniziativa in memoria di Rita Metitiero nel giorno del suo compleanno, con la trasmissione via web della proclamazione della poesia “Nata a Primavera”,

scritta dalla prof.ssa Rita Siano ed interpretata dall’attore partenopeo Rosario D’Angelo.

Cosi la famiglia ha voluto ricordare la giovane donna che a causa di un male incurabile è stata strappata ai suoi affetti in modo repentino.

IN RICORDO DI RITA METITIERO

Ricordare Rita significa farla rivivere nei nostri cuori, cullare con l’amore un dolore che frantuma l’anima, abbattere l’assenza con la presenza del ricordo.

Ricordare Rita significa esorcizzare il dolore e la rabbia, significa trasformarli in un grido d’amore che arrivi a tutte le persone. Parole che magari possono arrivare anche a lei che non abita più questo mondo.

Ricordare Rita significa mantenere vivo il pensiero della sua vita preziosa, del suo continuare ad esserci sempre nei sentimenti che ci legano a lei , dei colori con cui sapeva dipingere il suo e il nostro quotidiano.

Ricordare Rita è un atto d’amore, quello che lei ci ha dato e che ora noi vogliamo riversare nel mondo. Sorridendo, come lei avrebbe voluto.

Ricordare Rita è ascoltare una poesia a lei dedicata e immaginare di vederla ancora felice. Perché nessuno muore mai se resta nel cuore di chi l’ha amata.

A cura di Rita Siano
Rosario D’Angelo
Vincenzo Lamberti

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments