BENEVENTO – “L’aula del Senato della Repubblica ha votato, all’unanimità, un disegno di legge per elevare a monumento nazionale l’Arco di Traiano di Benevento. E’ un risultato importante, per il quale Archeoclub D’Italia sede di Benevento e Nazionale, si sono battute con fermezza”. Lo ha affermato Rosario Santanastasio, Presidente Nazionale di Archeoclub D’Italia.

Un grande lavoro condotto dalla sede di Benevento!

“L’opera, realizzata tra il 114 e il 117, è una delle opere classiche meglio conservate in Italia, e costituisce un documento di arte, ma anche di storia, utile per conoscere l’epopea di uno dei più grandi imperatori romani.

Il disegno di legge è stato presentato dalla senatrice Danila De Lucia, socia dell’Archeoclub di Benevento, che ha elaborato la proposta con la fattiva collaborazione della locale sede dell’Archeoclub – ha dichiarato Francesco Morante, che sul monumento ha di recente pubblicato un libro, con sette saggi tradotti dal tedesco da Giuseppe Di Pietro, che testimonia l’attenzione che il monumento beneventano ha avuto a livello internazionale a partire dal XIX secolo.

Ora il disegno è atteso alla Camera per la trasformazione in legge. Il riconoscimento ripara una disattezione dello Stato italiano, atteso che la prima richiesta fu avanzata nel lontano 1870 dalla Commissione Archeologica presso la Prefettura, con una densa relazione storica del sacerdote Giuseppe Pallante. Il disegno di legge, che oggi arriva, è un nuovo e importante riconoscimento delle bellezze di quei luoghi, pur carichi di storia e di arte, ma che, come Benevento, rimangono più periferici rispetto ai grandi e tradizionali circuiti accademici e turistici.

È quindi con grande soddisfazione che la sede di Benevento ha accolto la notizia di questo iter parlamentare e ha quindi deliberato di dedicare un convegno di studi, che si terrà nel prossimo autunno, sull’Arco di Traiano e sull’importanza che gli archi onorari, nel loro complesso, hanno per la cultura italiana ed europea”.

E Sabato 26 Marzo, alle ore 9 e 30 ,dall’Epigrafe del 1779 che si trova a Serre, in località Pagliarone di Serre, in provincia di Salerno, Vienna Cammarota, Ambasciatrice di Archeoclub D’Italia e Guida Ambientale Escursionistica di Assoguide, inizierà un’altra, grande impresa: attraverserà ben 22 comuni: Serre (Sa), Postiglione (Sa), Sicignano degli Alburni (Sa), Petina (Sa), Auletta (Sa), Pertosa (Sa), Polla (Sa), Atena Lucana (Sa), Sala Consilina (Sa), Padula (Sa), Montesano (Sa), Casalbuono (Sa), Lagonegro (Pz), Rivello (Pz), Nemoli (Pz), Lauria (Pz), Castelluccio Superiore (Pz), Castelluccio Inferiore (Pz), Laino Borgo (Pz). Rotonda (Pz), Morano Calabro (Cs), Castrovillari (Cs). Vienna dunque attraverserà la Napoli – Reggio Calabria dell’800 tra stazioni postali, borghi, antiche taverne!

Archeoclub D’Italia in prima linea nella promozione culturale dell’Italia.

Domani, Venerdì 25 Marzo, alle ore 18, webinar : “Un insolito viaggiatore: Heinrich Schliemann, lo scopritore di Troia, e i costumi degli Italiani” a cura della sede Archeoclub D’Italia sede di Cefalù, è necessario prenotarsi entro e non oltre le ore 17 del medesimo giorno al seguente link (compilando i campi indicati):

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments