NAPOLI – Dopo il successo di pubblico ottenuto a Roma arriva a Napoli, dal 22 al 25 giugno 2024, la 17° edizione de La Nueva Ola – Festival del Cinema Spagnolo e Latinoamericano, diretto da Iris Martin-Peralta e Federico Sartori. L’ appuntamento ormai consolidato nel panorama culturale italiano, fa tappa in città grazie alla preziosa collaborazione con la Fondazione Quartieri Spagnoli che in un contesto in continua evoluzione, rivela sempre una spiccata capacità di cogliere nuove opportunità per promuovere lo sviluppo sociale, culturale ed economico del quartiere.

Quattro serate di cinema all’insegna della qualità e della diversità, un viaggio immersivo attraverso le diverse culture e realtà del mondo iberico e latinoamericano. Un’occasione unica per scoprire storie appassionanti, personaggi indimenticabili e riflettere su tematiche importanti e attuali.

Il festival si aprirà in grande stile sabato 22 giugno alle ore 21.30 con la proiezione di “Te Estoy Amando Locamente”, che ha ottenuto il premio del pubblico dell’edizione romana del festival. Interpretato da Alba Flores, celebre per il ruolo di Nairobi ne “La Casa di Carta”, racconta la nascita del movimento di liberazione omosessuale andaluso nella Siviglia del 1977, ispirandosi a eventi reali. Opera prima di Alejandro Marín che ha conquistato pubblico e critica con una storia appassionante e una colonna sonora d’eccezione, premiata con il Goya 2024 a Rigoberta Bandini per la Miglior Canzone.

Domenica 23 giugno sarà la volta di “Upon Entry”, il film di Alejandro Rojas e Juan Sebastián Vásquez che ha collezionato successi in tutto il mondo, tra cui il Premio FIPRESCI al Tallin Black Nights Film Festival e il Premio del Pubblico al Reims Polar Festival du film policier.

Lunedì 24 giugno gli amanti del cinema avranno l’opportunità di immergersi nel mondo di Pedro Almodóvar con “Almodóvar, l’insolent de la Mancha”, un ritratto intimo del celebre regista, seguito dalla proiezione del mediometraggio “Extraña forma de vida”, interpretato da un cast stellare che include Ethan Hawke, Pedro Pascal e Manu Ríos.

Il gran finale della rassegna in programma martedì 25 giugno, con la proiezione di “Historias para no contar”, l’ultima brillante commedia di Cesc Gay che, con la sua ironia pungente, porterà sul grande schermo le sfaccettature più intime dell’animo umano.

“Siamo entusiasti di presentare al pubblico napoletano la 17° edizione del Festival del Cinema Spagnolo e Latinoamericano, spiega Renato Quaglia, direttore di Foqus. Un’edizione che si preannuncia ricca di sorprese e grandi emozioni, con un programma che spazierà dai grandi successi internazionali alle pellicole d’autore più raffinate, dalle commedie esilaranti ai drammi toccanti. Il cinema rappresenta un linguaggio universale che abbatte le barriere e ci unisce, permettendoci di esplorare diverse culture e realtà attraverso storie che ci emozionano e ci fanno riflettere. Siamo certi che questa edizione del Festival saprà conquistare il pubblico e confermarsi come un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della settima arte.”

“Il Festival, sottolinea Rachele Furfaro, presidente di Foqus, rappresenta un’occasione unica per creare un ponte tra l’Italia e la Spagna e l’America Latina, grazie al potere del cinema di raccontare storie universali che ci accomunano. Attraverso le immagini e le parole che scorrono sul grande schermo, possiamo entrare in contatto con culture diverse, conoscere nuove realtà e approfondire la nostra comprensione del mondo che ci circonda. Il cinema è un mezzo potentissimo per promuovere il dialogo interculturale e la tolleranza, e noi siamo orgogliosi di poter contribuire a questo processo attraverso il nostro Festival. Invitiamo tutti gli appassionati del cinema a partecipare a questa edizione e a vivere un’esperienza indimenticabile.”

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments