BACOLI – Mercoledì 5 ottobre, nella splendida cornice delle Terme Stufe di Nerone in Bacoli (NA), si è svolta la prima edizione della Conferenza Internazionale sul Termalismo che ha consentito ai principali attori che operano nel Termalismo (medici, accademici, imprenditori e classe dirigente politico-amministrativa) di interagire tra loro. Non solo, in sede congressuale è stato possibile effettuare anche un confronto tra le varie realtà termali del Nord, Centro e Sud Italia, nonché con altre realtà europee come quelle tedesche, illustrate dal prof. Horst Kunhardt dell’Università di Deggerndorf , in modo da porre le basi per uno sviluppo innovativo del settore anche tramite l’utilizzo delle realtà multimediali.

Promotori dell’evento sono stati il prof. Francesco Colace, Direttore del Centro ICT per i Beni Culturali dell’Università degli Studi di Salerno, e la prof.ssa Maria Costantino (Presidente di F.I.R.S.Thermae e docente a c. presso il DIPMED dell’Università degli Studi di Salerno).

Numerosi sono stati i partecipanti così come le Autorità che operano sul territorio e non solo. Sono, infatti, intervenuti Josi Gerardo Della Ragione, Sindaco di Bacoli (NA); Luigi Manzoni, Sindaco di Pozzuoli (NA); Dario Colossi e Giuseppe Dadà, rispettivamente Sindaco e Assessore al Termalismo del Comune di Darfo Boario Terme (BS); Maria Venditti, Presidente del Consiglio Comunale di Telese Terme (BN) in rappresentanza del Suo Sindaco, Giovanni Caporaso; Dionigi Cappetta in rappresentanza del Sindaco del Comune di Contursi Terme (SA), Antonio Briscione; Bruno Zuccarelli, Presidente dell’Ordine dei Medici-Chirurghi di Napoli e Provincia; Roberto Ucciero, sovrintendente sanitario regionale INAIL della Regione Campania. Via online il dott. Ugo Trama ha portato il saluto dell’Avv. Antonio Postiglione, Direzione Generale Tutela della Salute e Coordinamento del Servizio Sanitario – Regione Campania.

Durante la sessione scientifica moderata dai proff. A. Filippelli e F. De Caro sono state affrontate importanti problematiche come il ruolo del Termalismo in ambito europeo; la relazione sinergica tra Medicina Termale e Medicina Riabilitativa anche in tema di pandemia da Covid-19, il ruolo delle nuove frontiere informatiche in habitat termale.

Durante le due tavole rotonde a cui hanno partecipato rappresentanti delle Terme di Stufe di Nerone (NA), Terme Giardini Poseidon (Ischia-NA), Terme dei Colli Asolani (TV), Terme di Telese (BN), Terme Cappetta (SA), Terme di Torre Canne (BR), Terme di Lurisia (CN) sono stati discussi importanti punti come l’aggiornamento della legge di riordino del settore termale vecchia ormai di oltre vent’anni; si è evidenziato la necessità di regolarizzare l’uso improprio, da anni, dei termini “spa”, “terme”; dell’importanza della formazione, informazione e ricerca scientifica, anche interdisciplinare, in ambito termale.

A chiusura lavori è stato firmato un accordo di programma tra il Comune di Telese Terme (BN) e F.I.R.S.Thermae (Centro di Eccellenza di rilievo Internazionale in ambito Termale a cui aderiscono docenti e ricercatori di prestigiose Università Italiane e Straniere; strutture e comprensori termali italiani ed europei). Gli obiettivi di tale accordo sono la valorizzazione e innovazione, anche mediante l’applicazione delle nuove tecnologie multimediali, dei territori termali; la progettazione di percorsi formativi anche di alto livello, per gli operatori sanitari del comparto termale; la promozione della ricerca scientifica termale con positive ricadute sul tessuto lavorativo territoriale.

Il tutto finalizzato al miglioramento della qualità di vita dei cittadini e alla futura sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments