Introduzione

TELESE TERME- «Quando propongo in libreria un libro di scienze per una bambina la risposta è sempre: “No è una femminuccia, non vanno bene i libri di astronomia, scienze, geografia, animali, il mare ecc”.

La mia reazione è sempre di grande dolore. Quella bambina potrei essere io, mia figlia, mia nipote. Mi chiedo quanti “regali scientifici” io non abbia ricevuto perchè sono una “femminuccia”».Ad affermarlo Filomena Grimaldi  imprenditrice di Telese tere che dal suo negozio ha lanciato una provocazione: Un caffè gratis per chi regala a una bambina un libro di scienze!”. Alla sua libreria Controvento di Telese Terme ha anche smesso di reagire a risposte del genere, pur non smettendo di proporre libri scientifici nei gruppi di lettura. Lo scrive su Facebook: «Prima provavo a parlare, raccontare, a sostenere il diritto della bambina ad essere stimolata, il diritto di conoscere tutte le cose del mondo, il diritto della bambina di ricevere ogni opportunità, ma la reazione era sempre “no, è una femminuccia”. E la cosa più dolorosa è che a dire che alle bambine non si possono regalare i libri scientifici, sono proprio le donne: le madri, le nonne, le sorelle, le zie, le maestre. Per la miseria. Le donne».

{youtube}flMAQSE4VK0{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments