NAPOLI – Il noto trasformista napoletano Luca Lombardo è tornato a dare prova delle sue abilità e della sua creatività su Rai Uno nella puntata dei “Soliti Ignoti il ritorno”, ospite del conduttore Amadeus. Spesso ospitato nelle trasmissioni del primo canale Rai, il poliedrico artista ieri è stato protagonista nel famoso game show prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy. Una nuova e significativa esperienza per l’artista da più parti considerato come il possibile erede del più famoso trasformista del mondo Arturo Brachetti, che ha fatto scattare l’entusiasmo di Amadeus. Un entusiasmo che il popolarissimo presentatore televisivo, radiofonico e showman, aveva già manifestato sul palco del Teatro Ariston in occasione delle sbalorditive e fulminee performance di Luca Lombardo durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo. Ed è stato con queste esaltanti premesse che il trasformista napoletano, dopo avere espresso la sua soddisfazione per il compiacimento del noto presentatore, durante la puntata di “Soliti Ignoti il ritorno” ha presentato uno straordinario numero nuovo. Una prova fatta di vertiginosi e comicissimi cambiamenti dedicata dal performer allo stesso Amadeus proprio come aveva già fatto nel programma “Italia sì”, sempre su Rai Uno, in cui alla fine appariva una iconografia gigante dei due mattatori di Sanremo, Amadeus e Fiorello con la scritta “Grazie”. Nonostante le sue continue e timide smentite riguardanti l’accostamento del suo nome a quello del grande Brachetti, non si può far altro che constatare l’inarrestabile marcia di questo artista napoletano, che continua ad esibirsi in lungo e largo per l’Europa e per il mondo. Anche con il numero di martedì sera, con i cambi effettuati nel tempo di un secondo, si è ammirata una prova capace di emozionare e fare sognare il pubblico. Un artista, Luca Lombardo, carico di umana poesia che andando oltre i suoi veloci cambi porta alla mente un personaggio felliniano pronto a ricondurre un po’ al cinema muto, un po’ ai cartoni animati. Sempre stupefacente nei suoi numeri, Lombardo si conferma ancora una volta come un artista con la voglia di sperimentare tutti i linguaggi dello spettacolo che continuerà a fare parlare di sé.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments