NAPOLI – La polemica sulla nomina dell’archeologo italo-tedesco Gabriel Zuchtriegel, come nuovo direttore del Parco archeologico di Pompei va subito fermata. L’archeologo ha mostrato già le sue capacità di studioso e ricercatore serio a Paestum e Velia e la questione appare più una disputa generazionale che non una vera critica costruttiva. Vediamolo all’opera in ogni caso prima di criticare la sua attività. Vorremmo vedere i ricercatori più anziani al suo fianco per sostenerlo in un lavoro che nei prossimi anni si prospetta affascinante e durissimo al contempo per le enormi possibilità scientifiche che offre il Parco di Pompei. Noi riteniamo di potere e dover essere vicini a chi in questi anni ha voluto valorizzare il nostro patrimonio culturale e archeologico in particolare. MACS intende anzi essere al fianco di Pompei promuovendo ancor più l’Art bonus, uno strumento di straordinaria utilità per il patrimonio italiano e
per le aziende italiane che vogliono essere protagoniste della valorizzazione delle nostre bellezze e allo stesso tempo godere dei notevoli benefici fiscali che la misura lanciata dal ministro Franceschini ha offerto soprattutto nel Nord Italia. Al Sud assistiamo, invece, a una scarsa attenzione a questa tematica con pochissime adesioni che invece farebbero molto bene all’economia e alla cultura. Lo ha dichiarato il presidente dell’associazione MACS, Mecenari per l’arte il cinema e lo sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments