quartetto_scala

NAPOLI – Giovedì 18 maggio alle ore 20.15 nella veranda neoclassica di Villa Pignatelli (via Riviera di Chiaia 200, Napoli), il concerto del Quartetto della Scala, “di rara eccellenza tecnica e musicale” secondo Riccardo Muti, e di Fabrizio Meloni, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala dal 1984, riprenderà l’integrale dei lavori cameristici brahmsiani, promossa dal Maggio della Musica nel triennio 2015-17 e affidata ad alcuni dei più importanti musicisti della scena nazionale.

La serata proporrà di Johannes Brahms, “Quartetto per archi n.3 op.67” (1876), caratterizzato da un notevole freschezza, e “Quintetto per clarinetto e archi op.115” (1892), definito da Massimo Mila “un’opera straordinaria, una delle più alte di tutta la letteratura musicale”.Il ciclo proseguirà con Michele Campanella: il 5 giugno, giorno del suo settantesimo compleanno, assieme al Quartetto della Scala per “Quartetto n.3 op.60” e “Quintetto op.34”, e il 18 giugno con il “Trio n.2 op.87” e “Sonata op.34 per due pianoforti” con la moglie Monica Leone e con i fratelli Diego e David Romano. Questi ultimi torneranno il 25 giugno per l’appuntamento conclusivo della proposta d’ascolto, con il Sestetto Stradivari formato da musicisti dell’Accademia di Santa Cecilia, per “Sestetto n.2 op.36” e “Quintetto per archi n.1 op.88”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments