NAPOLI – Il molo Luise si trasforma in una galleria d’arte a cielo aperto grazie alle opere dell’artista Alessandro Ciambrone.

L’idea concordata da Ciambrone con CARPISA-YAMAMAY è quella di valorizzare il patrimonio culturale, paesaggistico e immateriale della Campania, considerata universalmente una delle regioni più ricche al mondo per beni artistici e storici, per contaminazioni culturali, innovazione, creatività e ospitalità.

Ciambrone rappresenta in questa opera, attraverso il suo linguaggio carico di colori e passione, i siti del Patrimonio Mondiale UNESCO (Napoli, Costiera Amalfitana-Sorrentina, Caserta, Cilento, Pompei), le isole del golfo (Capri, Ischia, Procida), le città e i monumenti di grande rilievo come Capua, il Real Sito di Carditello, l’Acquedotto Carolino, il Belvedere di San Leucio.

Tutti simboli iconici del patrimonio immateriale in cui Napoli si identifica, raccontati attraverso un’esplosione di gioia vulcanica che passano anche attraverso le rappresentazioni di San Gennaro e Diego Armando Maradona.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments