NAPOLI – Inizia il prossimo sabato 20 novembre, nella Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia, la nuova stagione del Teatro dei Piccoli di Napoli. “Una Casa delle Arti dedicata alle nuove generazioni – sottolineano gli organizzatori – che, nei suoi spazi protetti al chiuso ed all’aperto, riprende con rinnovata energia la sua programmazione di teatro, musica e danza dedicata ai più piccoli e alle loro famiglie”. Una programmazione che, in realtà, non si è mai interrotta, riuscendo anche nei passati mesi a creare sempre, nel pieno rispetto delle norme anticontagio, occasioni di spettacolo, laboratorio e momenti di aggregazione e di socializzazione per i ragazzi. Si ritorna adesso con un’attività a pieno regime per l’avvio di una nuova stagione, la settima, aperta alle famiglie e alle scolaresche che, da novembre 2021 a maggio 2022, accoglierà sul palcoscenico della struttura ubicata nella Mostra d’Oltremare di Napoli circa 40 titoli. Una stagione ideata e prodotta come sempre dall’azione sinergica di tre strutture, Casa del Contemporaneo/Le Nuvole, I Teatrini e Progetto Sonora che, d’intesa con il Comune di Napoli e la direzione della Mostra d’Oltremare, offriranno al giovane pubblico oltre 100 giornate di spettacolo, tra proposte di compagnie teatrali professioniste provenienti da tutta Italia e allestimenti prodotti dalle tre compagnie organizzatrici residenti. A questi si aggiungono, inoltre, una serie di progetti speciali e molteplici attività di formazione e laboratorio per genitori, docenti e studenti realizzati, questi ultimi, in collaborazione con Agita e Casa dello Spettatore di Roma.

“Il Teatro dei Piccoli – evidenzia Remo Minopoli, presidente della Mostra d’Oltremare – è uno dei pochi casi in Italia di una struttura progettata, già nel 1939, per offrire iniziative dedicate esclusivamente alle nuove generazioni e siamo davvero contenti che la nostra proposta di teatro e musica per le bambine e i bambini riprenda in una giornata dedicata dall’ONU al riconoscimento e alla tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”.

Lo spettacolo inaugurale è affidato ad una storica compagnia professionista, Ruotalibera Teatro di Roma, che presenta a Napoli, sabato 20 e domenica 21 novembre alle ore 11 (con una replica aggiunta anche lunedì 22, alle ore 10) il riallestimento del pluripremiato “Strega Bistrega”. Liberamente tratto dalle Fiabe Italiane di Italo Calvino, è scritto, diretto ed interpretato da Fabio Traversa, attore, autore e regista napoletano (classe 1952), protagonista sul grande schermo di circa trenta film e più volte diretto, tra gli altri, da Nanni Moretti, Carlo Verdone, Roberto Faenza. “E’ la storia di una strega ostinatamente ignorante – scrive Traversa in una nota – quasi una sopravvissuta di una tradizione antica e superata. Divorata da una fame atavica, deve trovare da mangiare non è facile, e allora anche un bambino diventa un pasto invitante. Naturalmente, e ancor più in questo caso, il bambino non è una preda facile, anzi”.

Uno spettacolo di culto, amato in Italia ed in Europa e, ancor più a Napoli in cui, nel passato 11 gennaio del 2015, inaugurò il Teatro dei Piccoli, dopo 76 anni di silenzio, in occasione della prima programmazione stabile della struttura da 500 posti, progettata da Luigi Piccinato nel 1939 e destinata già allora ad accogliere attività di teatro per i ragazzi.

Biglietto unico 8 euro (7 per le scolastiche); green pass, mascherina e prenotazione obbligatori.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments