NAPOLI – “La Grande Magia del teatro che non c’è”: è questo il complesso tema che verrà affrontato nella quarta puntata di OFF Record, talk online prodotto da Villa di Donato con Patrizia de Mennato, sabato 20 febbraio 2020, alle ore 19.
A parlarne sarà chi al teatro ha dedicato la propria esistenza: Annamaria Ackermann, Giacomo Casaula, Christian Poggioni e Sergio Sivori. Quattro professionisti della ribalta con percorsi molto differenti – da Annamaria Ackermann, pietra miliare del teatro edoardiano, al teatro di sperimentazione di Christian Poggioni, attraversando il genere del teatro-canzone di cui Giacomo Casaula è giovane rappresentate e la poledricità mediatica di Sergio Sivori – si confronteranno sulle difficoltà affrontate in questo periodo di chiusura forzata legata all’Emergenza Coronavirus ma anche sulle risorse che sono stati in grado di tirar fuori da se stessi.

“Dice Victor Hugo ”Il Teatro non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia, un sole che esce da sotto terra. Ma è anche il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori umani nella sala, cuori umani sul palco”. Ecco, tutto questo ci manca. Il Teatro non esiste senza contatto umano, ed è per questo che ne ha sofferto più di tutte le arti in questo momento di distanziamento imposto. Per il teatro non esiste streamonig, perchè sarebbe solo una rappresentazione filmica senza la grande regia cinematografica. Ma soprattutto senza l’emozione di vedere un uomo come te diventare un altro diverso da te”.

Il quarto appuntamento di Off Record si terrà sabato 20 febbraio alle ore 19, in diretta streaming sulla Pagina Facebook di Villa di Donato
(https://www.facebook.com/villadidonato/ ) e sul suo canale You Tube (https://www.youtube.com/channel/UCa0fnq9ipkhIu30gVKol3hQ) .

Gli Ospiti della serata:

Annamaria Ackermann debutta in teatro con Eduardo De Filippo, interpretando ruoli di attrice giovane in numerose commedie da lui scritte e dirette.In radio, negli anni sessanta, si distingue in alcuni radiodrammi e come ospite fissa alla trasmissione della domenica mattina Spaccanapoli. In televisione prende parte a numerosi sceneggiati, tra i quali si ricordano i “gialli” a puntate.
Per il cinema ha interpretato “La pelle” di Liliana Cavani (1981), “I figli… so’ pezzi ‘e core” (1982) con Mario Merola, “‘O Re di Luigi Magni” con Giancarlo Giannini e Ornella Muti.
Per il teatro sono da ricordare le sue interpretazioni in “Sorelle Materassi”, dal romanzo di Aldo Palazzeschi (1988), “Sò dieci anne di Libero Bovio” (1999), “Femminile napoletano” di Arnolfo Petri. Protagonista di molti recital di poesia e prosa, dal 2009 collabora con il Festival della Letteratura di Narni diretto da Esther Basile e si dedica all’insegnamento di recitazione e dizione al teatro Totò di Napoli.

Giacomo Casaula. Classe ’92, consegue presso l’Università Federico II di Napoli la laurea triennale in lettere classiche e quella magistrale in filologia moderna. Comincia molto presto a calcare le scene: Pirandello, Molière, teatro classico, commedia e lavori performativi. E’ docente di Storia del Teatro presso l’Accademia delle Arti Teatrali del Teatro Totò di Napoli, nonché attore e collaboratore di Ettore Massarese, autore e regista teatrale. Versatile in tutti i generi, crea e autoproduce spettacoli di Teatro-canzone, celebrando De Andrè, Gaber e Rino Gaetano in una commistione scenica di prosa, poesia e musica anche su palcoscenici prestigiosi quale il Teatro San Carlo. Pubblica nel dicembre 2019 il suo primo romanzo ‘Scie ad andamento lento’ edito da Edizioni Mea.
Nel gennaio 2020 esce anche il suo primo disco ‘Nichilismi & Fashion-week’ con l’etichetta Trees Music Studio tratto dall’omonimo spettacolo teatrale.

Christian Poggioni. Nato a San Paolo del Brasile nel 1972, viene ammesso da Giorgio Strehler alla prestigiosa Scuola del Piccolo Teatro di Milano, dove si diploma in recitazione nel 1999. Dopo la laurea alll’Università Statale di Milano, frequenta il master in regia presso la School of Cinematic Arts – University of Southern California di Los Angeles. Dal 1999 al 2006 recita in spettacoli diretti da registi di fama internazionale quali Giorgio Strehler (Temporale, Così fan tutte), Peter Stein (Pentesilea), Massimo Castri (Questa sera si recita a soggetto), Antonio Calenda (Agamennone, Coefore, Otello), prendendo parte a tournée nazionali ed europee. Parallelamente recita in diverse produzioni televisive, cinematografiche e radiofoniche per Mediaset, RAI e Radio Svizzera Italiana.
Nel 2007 intraprende un percorso di ricerca e produzione autonoma, scrivendo, dirigendo e interpretando spettacoli fra i quali “Tradimenti”, “Apologia di Socrate”, “Shakespeare’s Memories”
Nel 2008 è assistente alla regia presso la Kaye Playhouse di New York per “Le nozze di Figaro”. Collabora con l’Università Cattolica di Milano, dove è chiamato come insegnante di recitazione presso il Laboratorio di Drammaturgia Antica e la Scuola di Alta Formazione, e conduce il corso di “Communication empowerment for management” presso la Scuola di Como. È vicepresidente dell’Associazione Kerkìs. Teatro Antico in Scena.

Sergio Sivori. Nato a Napoli nel 1966, giovanissimo si dedica allo studio delle tradizioni popolari e più approfonditamente dei canti tradizionali dei popoli del sud Italia. Ha elaborato un personale studio sulla maschera di Pulcinella legata alla visione pittorica del Tiepolo. Nel 1986 entra a far parte del Laboratorio di Musica Antica e Popolare, con cui svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Dal 1985 partecipa a numerosi seminari articolati in diverse sessioni, approfondendo le conoscenze in campo pedagogico, tenuti da autorevoli pedagoghi e, parallelamente, prende parte a molti spettacoli in qualità di attore e cantante. Ha scritto e diretto numerosi spettacoli, fra cui “Condannato a morte”, “Canto in discanto”, “Labyrinthos Action” e “Stabat Mater Action”. Ha diretto diversi spettacoli fra cui “Quartett” di H.Muller, invitato al Cairo International Festival For Experimental Theatre 2007. Nel 1993 il compositore tedesco Hans Werner Henze gli commissiona il libretto per l’opera musicale“Le disperazioni del Signor Pulcinella”. Dalla fine degli anni ottanta prende parte a diverse produzioni cinematografiche e televisive. Dal 1991 Conduce laboratori in Italia e all’estero sulla formazione dell’attore. Ha lavorato con alcuni tra i più prestigiosi registi della scena nazionale e internazionale: Antonio Calenda, Giuseppe Patronigriffi, Armando Pugliese, Gary Halvorson. Sivori è fondatore e direttore artistico del “Laboratorium teatro” di Roma, Centro di Internazionale di Ricerca e Sperimentazione Teatrale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments