SANREMO – Vigilia di Sanremo e arriva la prima classifica dei bookmaker. Secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, il secondo Festival targato Amadeus avrà un outsider come protagonista: in testa alla classifica dei favoriti infatti ci sono Colapesce Dimartino, il duo siciliano è seguito dai Maneskin e da Fedez & Francesca Michielin, terzi sul podio provvisorio, alla pari con il rapper torinese Willie Peyote.

Sempre per la quota indie arriva il gruppo musicale La Rappresentante di Lista (quarto), alla pari con la 19enne, Madame. Nella parte alta della classifica Sisal, anche Bugo (quinto) e Coma Cose a pari merito, mentre Ermal Meta, Irama, Aiello, Lo Stato Sociale e il veterano Max Gazzè si piazzano nel folto gruppo che staziona alla sesta posizione.

A seguire tra i favoriti per la vittoria una habitué del Festival, Arisa, con Malika Ayane, Gaia e il giovane cantautore romano Fulminacci.

Dal 19esimo al 23esimo posto in classifica sono appaiati il rapper romano Fasma, Francesco Renga, Ghemon, Gio Evan e Noemi.

Tra i meno favoriti alla vittoria dai bookmaker, ci sono gli Extraliscio con Davide Toffolo, il rapper Random e Orietta Berti, che sul palco dell’Ariston celebrerà 55 anni di carriera.”E’ un onore avere Laura Pausini mercoledì, verrà a cantare Io sì (Seen), il brano cn cui ha vinto il Golden Globe”, dice Amadeus in conferenza stampa. “E’ l’artista più premiata e più internazionale che abbiamo, grazie a lei la serata di mercoledì avrà un sapore internazionale, nel senso senso della musica italiana conosciuta nel mondo”.

Ci sarà infatti “l’omaggio a Morricone con l’orchestra e con la presenza del Volo. E poi – ha spiegato Amadeus – ci saranno le canzoni partite da qui come Non ho l’età, Io amo, Montagne verdi, cantate dagli interpreti originali, Cinquetti, Leali, Marcella Bella saranno qui”.

“Nessuna polemica: non ho avuto modo di sentire il ministro né mi ha chiamato. So che oggi ha detto ‘Viva Sanremo’, credo che sia il pensiero della maggior parte italiani.

Sono contento che lo abbia detto, ma non ci siamo sentiti”. Così Amadeus risponde in conferenza stampa a una domanda sulle prese di posizione del ministro della Cultura e sull’opportunità di fare il festival di Sanremo in un momento di grave crisi per lo spettacolo dal vivo.

“Credo si debba andare verso la normalità”, ha aggiunto.

“Saremo solidali con le persone che stanno soffrendo, ma non è Sanremo che può risolvere i mali del mondo, sono le persone e le istituzioni che devono fare in modo che si riparta da Sanremo.

Ci auguriamo che si possa aprire al più presto alla musica dal vivo”.

“Quello che posso dire – ha spiegato il direttore di Rai1, Stefano Coletta – è che abbiamo lavorato con lena, pensando davvero onestamente che, come per altri prodotti, anche il festival fosse un programma tv. E’ nato un distinguo perché va in scena in teatro, si è innescata la polemica. Sicuramente la Rai, rispetto ad altre emittenti, essendo pubblica ha protocolli condivisi con il Cts e tutto l’intrattenimento ha dovuto rinunciare alla presenza del pubblico come vediamo in altre emittenti, sono state ammesse solo quote con funzione di cast”.

“Nessuno di voi si può lamentare del cast. Amadeus è riuscito a mettere insieme Willie Peyote e Orietta Berti.

E’ come se in un Governo ci fossero Lega e Pd”. A modo suo, Fiorello irrompe nella conferenza stampa di presentazione del festival al via domani. Un festival strano che “comunque andrà non si potrà dimenticare. Sono onorato di esserci e con Ama cercheremo di mettere il nostro impegno per regalare serate spensierate. Riguardando le immagini dell’anno scorso, ci siamo resi conto che l’80% delle gag non erano preparate. Così stavolta non abbiamo preparato nulla e se poi non ci viene niente, saremo fottuti. Ma siamo inseparabili, neanche Renzi riuscirebbe a separarci”.

Le esibizioni delle prime due serate

Dopo aver illustrato l’apporto per Sanremo 2021 di tutte le strutture editoriali della Rai, tra cui RaiPlay e Radio2, il vicedirettore d Rai1 Claudio Fasulo elenca in rigoroso ordine alfabetico, gli artisti che vedremo esibrsi nelle prime due serate del Festival. Domani, martedì 2 marzo, ascolteremo le prime quattro Nuove Proposte: Avincola, Elena Faggi, Folcast e Gaudiano. Tra i Campioni, invece, sarà il turno di Aiello, Annalisa, Arisa, Colapesce Dimartino, Coma_Cose, Fasma, Francesca Michelin e Fedez, Francesco Renga, Ghemon, Irama, Madame, Måneskin e Max Gazzé. Mercoledì 3 marzo, sentiremo le altre quattro Nuove Proposte: Davide Shorty, Dellai, Greta Zuccoli e Wrongonyou. Saliranno poi sul palco dell’Ariston gli altri 13 Campioni in gara: Bugo, Gaia, Ermal Meta, Extraliscio feat. Davide Toffolo, Gio Evan, Fulminacci, La Rappresentante di Lista, Lo Stato Sociale, Malika Ayane, Noemi, Orietta Berti, Random e Willie Peyote.(ANSA)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments