NAPOLI – È attesa per la metà di giugno la pubblicazione del nuovo saggio del M° Luca Lupoli, dal titolo “Il Melodramma di Pietro Metastasio, il Primato del Testo“, edito dalla casa editrice “Pagine”. Un lavoro che rappresenta un approfondito studio sulle opere e la corrispondenza del celebre poeta Pietro Antonio Domenico Bonaventura Trapassi, conosciuto come Metastasio (1698-1782).

L’opera di Lupoli, arricchita dalle ricerche biografiche, bibliografiche e delle fonti condotte dal soprano M° Olga De Maio, si basa su un’accurata analisi dei carteggi di Metastasio.

Il saggio esplora la teoria del testo per musica del poeta, esaminando in particolare le sue lettere, che consentono di ricostruire una visione metastasiana del primato del testo musicale.

L’Autore, esplorando opere e corrispondenza del celebre poeta 𝑷𝒊𝒆𝒕𝒓𝒐 𝑴𝒆𝒕𝒂𝒔𝒕𝒂𝒔𝒊𝒐 (1698-1782), ci guida in un’affascinante indagine sulla  𝒔𝒖𝒑𝒆𝒓𝒊𝒐𝒓𝒊𝒕à 𝒆𝒔𝒑𝒓𝒆𝒔𝒔𝒊𝒗𝒂 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒐𝒆𝒔𝒊𝒂 𝒏𝒆𝒍 𝒎𝒆𝒍𝒐𝒅𝒓𝒂𝒎𝒎𝒂, richiamando il modello della tragedia greca e ribadendo il 𝒑𝙧𝒊𝙢𝒂𝙩𝒐 𝒅𝙚𝒍 𝒕𝙚𝒔𝙩𝒐 𝒑𝙤𝒆𝙩𝒊𝙘𝒐 sulle altre arti sceniche  che ha influenzato i più grandi operisti come Verdi, Wagner e Puccini.
 

Il poeta, attraverso il linguaggio verbale, è presentato come un intellettuale di prestigio, al quale i pittori, architetti, compositori e musicisti dovrebbero portare grande considerazione, mentre sulla scena si sono sempre comportati da rivali.

Da qui l’affermaziome della superiorità espressiva della poesia, su tutte le altre arti “subalterne”, emerge con forza nel lavoro di Lupoli, che esalta la capacità della poesia di parlare alla mente e al cuore delle persone, in un’analisi che richiama il modello della tragedia greca.

Il saggio si sviluppa attraverso tre principali percorsi:

1. I carteggi di Metastasio come luogo di una teoria del testo per musica;
2. Culmine della prima fase con Didone abbandonata, verifiche testuali;
3. Il poeta cesareo, testo e dibattito ideologico a Vienna, verifiche testuali.

La prefazione è stata curata dal Prof. Ettore Massarese,rinomato regista, attore, autore teatrale e docente di Letteratura Teatrale Italiana e Discipline dello spettacolo presso l’ Ateneo Federico II di Napoli.

La grafica della copertina è stata ideata e realizzata dal Prof. Giuseppe De Maio, docente di Arte negli Istituti Statali.

Un contributo imperdibile per gli appassionati
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments