NAPOLI – Dal 9 (domani) al 12 settembre cinque eventi di musica e poesia in Campania organizzati e promossi da Scabec. Si parte da Napoli mercoledì 9 settembre alle ore 12,30 con il concerto con intermezzi recitati di Gianluca Rovinello e Mauro Gioia nell’ambito di “Senso VIVIANI”, la rassegna di poesia e musica dedicata a Raffaele Viviani ideata da Gianni Valentino nell’Ipogeo del Complesso Museale Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco (via dei Tribunali, 39). Protagonisti lo chansonnier italiano, di adozione parigina, Mauro Gioia, al canto e alla voce recitante, e l’arpista Gianluca Rovinello. La musica e i versi di Viviani incontrano i ricordi in prosa dei napoletani Paolo Ricci e Carlo Bernari – protagonisti del “Protoneorealismo”, secondo una definizione di Enrico Bernard, figlio dello stesso Bernari – fondatori con Guglielmo Peirce dell’Unione Distruttivisti Attivisti e paladini fin dagli anni Trenta del drammaturgo. È così che nasce una suite onirica nella quale le loro testimonianze vivono in bilico tra avanguardia e difesa delle espressioni più autentiche della tradizione culturale. “Senso VIVIANI” prosegue venerdì 11 settembre alle 12,30 con il reading solista dello scrittore Gianni Valentino che intreccerà le poesie dell’autore stabiese e la narrazione delle fotografie in mostra, allestita nell’Ipogeo con l’istallazione fotografica a cura del fotografo Luciano Ferrara e dell’associazione Noos, e sabato 12 settembre alle ore 12,30 con un melologo di Valentino alla voce recitante accompagnato dalla chitarra di Alfredo Cesarano: un viaggio tra le liriche, i personaggi e le pagine di diario autobiografico di Raffaele Viviani.

Info su www.scabec.it/sensoviviani/

Giovedì 10 settembre alle ore 21 a Capaccio Paestum (Piazza Tempone), il soprano Carmen Giannattasio e il tenore Saimir Pirgu, oggi tre le voci più apprezzate e richieste dei palcoscenici internazionali, si esibiscono in “Arie d’Opera” con l’Orchestra del Teatro di San Carlo diretta da Maurizio Agostini. In programma brani di Francesco Cilea, di Alfredo Catalani, di Umberto Giordano, duetti da opere di Giuseppe Verdi e pagine orchestrali da titoli di Gioachino Rossini, Pietro Mascagni e Giacomo Puccini. L’evento rientra negli appuntamenti di Campania by Night ed è in collaborazione con il Teatro San Carlo e il Comune di Capaccio Paestum. Informazioni su bit.ly/AriedOperaCapaccio

Venerdì 11 settembre alle ore 21 in scena il Gran Concerto di Rosso Vanvitelliano Symphony all’Aperia della Reggia di Caserta. Il tour di valorizzazione dei più bei siti storici della Campania, prodotto e realizzato da Ali della Mente con Fabbrica Wojtyla & Compagnia della Città, arriva a Caserta, in prima assoluta, con una sinfonia appositamente scritta per il Palazzo Reale. La Sinfonia della Reggia Rosso Vanvitelliano, composta di sei movimenti scritti in modo alternato dagli autori casertani Patrizio Ranieri Ciu e Rosario Messina, che dirigerà anche il concerto, è affidata alle magiche mani della pianista di fama internazionale Kozeta Prifti. Un racconto del maestoso sito che farà rivivere l’immenso stile architettonico espresso dal Vanvitelli nelle linee del Palazzo Reale, nei suoi giardini, nei movimenti d’acqua grazie alle linee melodiche della Sinfonia con sonorità che ne raccontano le vicende. La musica vivrà tra le parole di una Regina, il monologo a Dio di Vanvitelli e la riflessione dei Caduti del ’99 fino al dramma danzato della violenza sulla donna nel segno del movimento #OneMore – Sii anche tu un uomo. Un percorso intellettuale che si conclude con un omaggio musicale alle vittime innocenti degli eventi di portata mondiale che hanno sconvolto la nostra contemporaneità, dall’attentato dell’11 settembre 2001 alla pandemia da Coronavirus.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments