FILOSOFI

NAPOLI – La Notte dei Filosofi giunge alla seconda edizione col titolo La Notte dei Sentimenti. Una notte tra arte e filosofia. Un cammino iniziato al Parco Archeologico del Pausilypon con «la filosofia che nasce a Napoli» che ha fatto varie tappe al Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore con «la filosofia che vive a Napoli» per San Valentino e per la Giornata Mondiale del Libro.

I sentimenti saranno impersonati da esponenti del mondo culturale della città: Marisa Albanese Fulvio Ambrosio  Angela Balzano AntonioBiasiucci Giovanna CallegariOrlando Cinque Ilaria d’Atri Giuseppe Ferraro Giuseppe Fonseca Raffaele Giglio Gabriella Grossi Francesca Iavarone Salvatore IodiceMariangela Levita Raffaele Lucariello Catello Maresca Dolores Melodia Carmen Pellegrino Marco RestucciIl concentramento avverrà dalle 19.30 in Piazza San Domenico con le note e le canzoni di Dolores Melodia e la lettura collettiva di citazioni filosofiche e frasi scelte dei protagonisti dell’evento. Il corteo si muoverà per giungere al Cortile del Complesso dove sarà accolto dalle note di Francesca Iavarone e Gabriella Grossi. Ci sarà la presentazione del percorso, le voci d’apertura, l’entusiasmo e la gioia di Giuseppe Ferraro. Concerto di Raffaele Giglio sul sentimento della Città. Intervento di Catello Maresca sulla Giustizia. Nel chiostro delle statue si troverà il Postumano con Angela Balzano. Sul piano delle stanze ci sarà Antonio Biasiucci col sentimento della Fotografia. Seguirà il sentimento di colui che vuole abbellire col riciclo il suo quartiere, Salvatore Iodice, i veli dei sentimenti di Raffaele Lucariello. Si visiteranno le stanze dei sentimenti di Marisa Albanese, Ilaria d’Atri, Fulvio Ambrosio e Mariangela Levita, in un corredo di voci e di immagini, di video e istallazioni. Il sentimento dell’abbandono sarà rappresentato da Carmen Pellegrino con la voce narrante di Orlando Cinque. Marco Restucci e Giovanna Callegari parleranno dell’ebbrezza, il sentimento di Dioniso. Seguirà il sentimento della malinconia di Giuseppe Fonseca per arrivare, infine, alla Sala del Capitolo dove si terrà, a mezzanotte, il Consiglio Notturno dell’Assemblea dei Sentimenti.Incontreremo i sentimenti in persona, l’entusiasmo, la gioia, la malinconia, la tenerezza, la paura, la tristezza, l’amore. È proprio l’amore il sentimento della differenza, che si prova per l’altro, per chi viene da lontano, per chi è vicino, ti sta accanto e non è uguale a te, ma ti rende uguale a te stesso nella sua differenza. Anche ad amare si è soli, per quanto grande sia l’amore che si riceve; l’assoluto è solo e l’amore vero è assoluto. Questi sono anni di esercizio di un’esperienza del tutto nuova, fuori, ormai, da un modello economico e sociale non più accumulativo e conservativo. La precarietà da condizione di esistenza sta diventando un valore morale, un sentimento di cui aver cura. Questi sono anni di esercizio all’esperienza di sentimenti sconosciuti o perduti, da ritrovare e reinventare, da vivere e provare. Sono cambiate le relazioni tra i generi differenti e emergenti, altri, inattesi insieme a quanti sono stati fin quidisattesi. Per troppo tempo abbiamo lasciato rifluire gli stati d’animo alla patologia e alle grate dei farmaci nelle prigioni dei legami perduti. Il grado di libertà per ognuno si misura sulla qualità dei propri legami, ci sono quelli che imprigionano e quelli che lasciano liberi di conoscere quel che di se stessi si sentiva e non si sapeva esprimere.       Giuseppe FerraroL’evento, organizzato da Filosofia Fuori le Mura fa parte del programma di Maggio dei Monumenti 2016 XXII edizione Comune di Napoli, Assessorato alla Cultura e al Turismo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments