FOTO_conferenza_stampa_interventi

NAPOLI –  Si è tenuta oggi all’Hotel Palazzo Caracciolo la conferenza stampa di presentazione della rassegna “Pausilypon: suggestioni all’imbrunire”, giunta alla sua IX Edizione

, la manifestazione, ideata e curata dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus, d’intesa con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli, si ripropone come raffinato incontro tra archeologia, natura, musica e teatro nella straordinaria cornice dell’antica Villa D’Otium, del I Sec a.C., di Publio Vedio Pollione. Dal 27 Maggio al 15 Luglio,  si terranno otto appuntamenti per riscoprire l’incanto del Pausilypon al tramonto, accompagnati dai suoni, le melodie e la voce dell’avanguardia culturale, teatrale e musicale napoletana (in allegato la locandina con tutti gli appuntamenti). Sono intervenuti Luciano Garella, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli, Nino Daniele, assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Maurizio Simeone, presidente del CSI Gaiola onlus, Eugenio Bennato, musicista, Stefano Scognamiglio e Francesco Capriello, direttori artistici della rassegna che sarà ricordata come l’edizione della Rinascita dell’Odeion (theatrum tectum destinato ad audizioni di poesia, di retorica o di musica che è stato restaurato con i proventi delle edizioni passate della rassegna, in allegato la storia dell’Odeion). “Ci troviamo qui  iniziare un grande festa che culmina con curate ed eterogee rappresentazioni, credo che questa sia una tipologia di riflessione sui luoghi o sia che sollecita a congiungerci con la bellezza.  –  ha affermato il Sovrintendente Garella –  Luogo estremamente interessante di cui i colleghi del CSI Gaiola onlus si occupano da molti anni, indipendentemente dai vari sovrintendenti succeduti, hanno portato a compimento tutte quelle iniziative che risultano fondamentali per la valorizzazione dei luoghi:  frequentazione; cura; studio; rimarcando il concetto della definizione dell’ambiente anche biologo.” La rassegna, come ha sottolineato il presidente di CSI Gaiola Onlus Maurizio Simeone “ha come partner la Sovrintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli;  Comune di Napoli Assessorato Cultura e Turismo, Palazzo Caracciolo, Di Pinto e Ager Campanus”. “Il nostro obiettivo, dal 2010, è accendere i riflettori su un sito sconosciuto, proveniente da espropri e concessioni. – ha aggiunto – Dopo la riapertura era necessario qualcosa di bello e conciliante come la rassegna, restituendo al teatro romano e all’Odeion il ruolo che aveva in epoca romana”, ha aggiunto Simeone.  Eugenio Bennato ha spiegato poi il tema dello spettacolo della prima serata, 27 maggio, di cui sarà protagonista: “Ritroverò l’adrenalina che caratterizza le nuove sperimentazioni come “Sinfonia per un Brigante” dedicata a Carlo D’Angiò, con Erasmo Petringa e Angelo Cioffi (violoncello e pianoforte), e le Voci del Sud. Io ci sono in punta di piedi perché ho diretto voci e strumenti”, ha concluso Bennato, dando la massima visibilità ai suoi collaboratori.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments