premiomassimotroisi-san-giorgio-a-cremano-e13086485975681

SAN GIORGIO A CREMANO- Premio Massimo Troisi. E’ partita la macchina organizzativa. Con la conferma del finanziamento di 150 mila euro da parte della Regione Campania, la giunta presieduta dal sindaco Giorgio Zinno, ha approvato il provvedimento con il quale sono stati pubblicati sul sito ufficiale del comune di San Giorgio a Cremano i bandi di concorso relativi a:

– miglior attore comico

– migliore scrittura comica

– miglior corto comico

Saranno proprio i concorsi infatti a rappresentare il fil rouge del Premio Massimo Troisi, incarnando così lo spirito originale della kermesse che si basa sulla ricerca di nuovi talenti. Intorno ad essi si sta costruendo infatti l’intero programma di spettacoli che occuperanno le serate del Premio che si svolgerà a settembre. 

Pubblicata altresì la manifestazione di interesse per la candidatura di “direttore artistico” della Kermesse, rivolta a figure di comprovata esperienza nel coordinamento e nella direzione di grandi eventi. L’ avviso è reperibile sempre sul sito istituzionale www.e-cremano.it. In base alle proposte pervenute la giunta provvederà poi alla selezione e alla designazione.

Intanto è partita anche la procedura selettiva per il reperimento di sponsor che potranno contribuire a sostenere economicamente l’importante iniziativa culturale, in cambio di una innegabile visibilità a livello nazionale.

“Siamo al lavoro per restituire alla città un evento che rappresenti un vero tributo al nostro concittadino più illustre – spiega il sindaco Giorgio ZinnoDopo circa 5 anni di assenza, Massimo Troisi deve tornare virtualmente nella città che gli ha dato i natali attraverso i giovani che, ispirati dalla sua arte, vogliono mettersi in mostra davanti al grande pubblico. Non mancheranno ospiti ed eventi collegati, ma la kermesse si incentrerà principalmente sulle competizioni artistiche”.

Il Premio Massimo Troisi quest’anno non finirà a settembre. Tra le novità che l’amministrazione sta mettendo in campo vi è anche quella di far proseguire la kermesse fino a dicembre 2017, portando principalmente nelle scuole, laboratori di teatro, cinematografia e scrittura comica. I risultati di queste officine d’arte convergeranno in altri spettacoli invernali, durante i quali saranno portati in scena i frutti di quanto realizzato con i bambini e gli adolescenti sangiorgesi.   

“L’obiettivo comune è quello di rilanciare il Premio a partire dal territorio locale – conclude Zinno ma con l’ambizione di far tornare la manifestazione ispirata al comico sangiorgese, un appuntamento importante nello scenario culturale regionale e nazionale. In questo modo avremo anche un volano economico per le attività commerciali e imprenditoriali della città. 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments