BUCCIROSSO

NAPOLI – Il tema della paternità e delle adozioni nella lettura comica di Carlo Buccirosso, autore, regista e protagonista della commedia di successo Una famiglia… quasi perfetta!, di scena al Trianon Viviani, da venerdì 10 febbraio prossimo

(la “prima” è alle 21).Con la leggerezza della grande tradizione della commedia italiana, in questo spettacolo l’elemento comico nasce dalla considerazione delle incongruenze della vita quotidiana per qualche agrodolce considerazione sul tempo in cui viviamo.In una piacevole e tranquilla villetta residenziale, una pacifica famigliola – lui affermato psicologo, lei insoddisfatta casalinga – sembra vivere in apparente armonia assieme al loro figlioletto, adottato sin dall’età di sei anni, e che ora appare come il loro principale punto di riferimento, fino a quando un giorno un inaspettato evento arriverà a turbare la pace della loro esistenza: il padre naturale dell’amato e coccolato pargolo, che piomba nel tepore delle mura della casa a recriminare la paternità di suo figlio.Sembra una normale vicenda legata alle difficoltà che l’adozione di un figlio a volte può arrecare, ma il disordine legislativo, la mancanza di una quotidiana tutela del cittadino, unite alla presunzione di convenienza che ormai regna nel nostro “bel paese”, e cioè che tutti siamo colpevoli di tutto salvo prova contraria, porteranno gli eventi sul precipizio di una normale tragedia quotidiana, a cui la nostra spietata battaglia esistenziale ci ha ormai tristemente abituati.In questo spettacolo dell’Ente teatro cronaca Vesuvioteatro, con Buccirosso, affiancato da Rosalia Porcaro, in scena Gino Monteleone, Davide Marotta, Tilde De Spirito, Peppe Miale, Fiorella Zullo, Giordano Bassetti ed Elvira Zingone.I costumi sono firmati da Zaira de Vincentiis, le scene da Gilda Cerullo e Renato Lori. Le luci sono di Francesco Adinolfi e le musiche di Paolo e Simone Petrella.Repliche: sabato 11 febbraio (ore 21), domenica 12 (ore 18), mercoledì 22 (ore 17:30) e giovedì 23 (ore 21).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments