vacanze_lagonia

NAPOLI – La nuova drammaturgia e la danza contemporanea con le più interessanti compagnie del circuito indipendente, tornano al centro polifunzionale di Piscinola nella periferia nord di Napoli con la Stagione 2016-17 “Teatro edificante #civadosicuro” del TAN (Teatro Area Nord) gestito da Teatri Associati di Napoli, un cartellone di dodici titoli teatrali e sette spettacoli di danza in abbonamento, per la direzione artistica di Hilenia De Falco (Interno5) e di Lello Serao

(Liberascenaensemble), realizzato con il sostegno di Regione Campania e Comune di Napoli.La Stagione verrà anticipata da un’anteprima venerdì 21 ottobre alle ore 20:30: “La evangelista laundery / dry cleaner”, lavoro sviluppato al TAN da 2 Proposiciones di Siviglia, una delle tre compagnie in residenza artistica ospitate dal teatro per progetti aperti al pubblico, all’interno di un programa sostenuto da Mibact e Regione Campania.TANz, stagione in cui la danza intreccia arti visive e linguaggi contemporanei, parte il 27 ottobre con lo studio “Standing Monteverdi” del regista Benedetto Sicca con drammaturgia musicale di Chiara Mallozzi. Seguono “Red Fish” di Arianna D’Angiò in collaborazione con Vincenzo Del Prete, “Il Canto di Orfeo” di Bordeline danza, un dittico di Orlando Izzo e Angelo Patacca, e altri spettacoli.La sezione teatrale si inaugura il 26 novembre con “Il Sogno dell’Arrostito” di Alberto Astorri e Paola Tintinelli. Il 4 marzo, Dario Manfredini, assente da oltre dieci anni dalle scene napoletane, presenta per la prima volta in Campania “Vocazione”. Tra le proposte di spicco: Oscar De Summa con “Stasera sono in vena” (finalista Premio Ubu 2015), “Delirio Bizzarro” di Carullo-Minasi, (spettacolo vincitore Forever Young 15.16), “Esilio” di Mariano Dammarco (premio Rete Critica 2016), “Le vacanze dei signori Lagonia” del Teatro di Lina, “Animali Notturni” di Juan Mayorga per la regia di Carlo Cerciello.Anche quest’anno il TAN apre le porte del centro di Piscinola ad associazioni del territorio per diverse iniziative, dal cineforum alle rassegne musicali.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments