NAPOLI – Il Fine Arts Quartet di Chicago, tra i più insigniti e celebrati ensemble di musica da camera, torna al Maggio della Musica per un nuovo appuntamento del Festival Beethoveniano dedicato all’integrale dei Quartetti d’archi di Ludwig van Beethoven. Il gruppo fondato ufficialmente nel 1946 e attualmente composto da Ralph Evans, Efim Boico, Gil Sharon e Niklas Schmidt si esibisce giovedì primo luglio alle 19,30 nei giardini di Villa Pignatelli (via Riviera di Chiaia, 200). In programma, i Quartetti per archi Op. 18 n. 5 e Op. 132 del compositore tedesco. Il concerto fa parte della rassegna “Musica in Villa”, in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania, per la Stagione 2021 del Maggio della Musica.

È stato proprio il Fine Arts Quartet a inaugurare nel 2019 il Festival Beethoveniano promosso dalla rassegna diretta da Michele Campanella, un progetto distribuito in più stagioni concertistiche in occasione del 250esimo anniversario della nascita del genio tedesco, caduto nel 2020.

Il Quartetto numero 5 ha una posizione di rilievo tra i sei dell’Op. 18, composti tra il 1798 e il 1800 su commissione del principe Lobkowitz, e si presenta come una sintesi degli stili e delle concezioni dei tre capisaldi della produzione viennese: Haydn, Mozart e lo stesso Beethoven.

Appartiene invece alla produzione degli ultimi anni l’Op. 132, pubblicata nel 1827 e scritta dopo la guarigione da una malattia, motivo per cui questa pagina viene associata a un sentimento di rinascita. Strutturato in cinque movimenti – anziché i canonici quattro – l’Op. 132 di Beethoven si distingue per la complessa costruzione e per una visione innovativa della musica.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments