NAPOLI – Tornano “I Concerti d’Autunno” della Comunità Evangelica Luterana di Napoli presieduta da Riccardo Bachrach con un’edizione – la 25esima – nel ricordo e con dediche spontanee per la storica animatrice e direttrice artistica Luciana Renzetti, pittrice e artista scomparsa lo scorso anno. La rassegna di musica e cultura riprende dopo lo stop del 2020 dovuto alle restrizioni per la pandemia Covid e si sposta dall’abituale sede della Chiesa Luterana di via Carlo Poerio alla Chiesa Anglicana in via San Pasquale a Chiaia 15 per le norme sul distanziamento.

Dieci gli appuntamenti, tutti a ingresso libero, come da tradizione il mercoledì, per proposte di classica, jazz e musica contemporanea assieme alle serate di premiazione del 22° Concorso Letterario “Una piazza, un racconto” e del 20° Concorso di Composizione.

Inaugurazione mercoledì 6 ottobre alle ore 20,30 alla Chiesa Anglicana con la giovane pianista Ida Pelliccioli nel recital “Beethoven: un esempio di ispirazione e influenze”, musiche di Carl Philip Emanuel Bach, Ludwig van Beethoven, Franz Schubert e Sergej Prokof’ev. «Come tutti i pianisti di fine Settecento, Beethoven era cresciuto con gli insegnamenti e le sonate di Carl Philip Emanuel Bach, principale esponente di musica “espressiva” in un’epoca in cui la musica era considerata l’arte dei suoni piacevoli», dice Pelliccioli, diplomata all’Ecole Normale de Musique di Parigi, numerosi concerti in Italia e all’estero ed esperienze anche nella musica contemporanea. Il recital inizia con la Sonata in mi minore del figlio del celebre Johann Sebastian Bach, per vederne i riflessi nella Sonata op. 12 del genio di Bonn, fino a come questa abbia ispirato l’Impromptu Op. 142 di Schubert e, più in generale, come Beethoven sia stato un riferimento costante per Prokof’ev, di cui sarà eseguita “Dumka”.

“I Concerti d’Autunno” proseguono il 13 con il jazz del pianista napoletano Vincenzo Danise per composizioni originali e brani tradizionali tra Napoli, il Messico e il Brasile. Il 20, musiche di Iturralde, Piazzolla, Smyonov e Galliano con la fisarmonica di Ezio Testa e il sax di Antonio Graziano che presenterà il suo “Tribute to Luciana’s art of colors” per Renzetti. Programma di ampio respiro, il 27, con Maya Palermo (flauto) e Vincenzo Palermo (pianoforte), padre e figlia, da Sergio Zampetti a Pessard, Debussy e Honeger. Il 3 novembre, la finale del Concorso letterario “Una piazza, un racconto”, dodici i finalisti raccolti nell’antologia edita da Iuppiter Edizioni, la lettura dei racconti vincitori è a cura dell’attore Corrado Oddi con gli stacchi musicali del pianista Gabriele Pezone. La premiazione del Concorso di composizione è il 13 all’Auditorium “Enrico Fermi” di Celano (L’Aquila). L’Orchestra giovanile della Diocesi dei Marsi diretta da Massimiliano De Foglio, con letture di Oddi, esegue l’opera vincitrice di Monica Scibelli ispirata da regolamento a un brano premiato al Concorso letterario, in questo caso “Rosso verticale” di Linda Di Giacomo. Il 17, Mauro Castaldo suona all’organo “Tre pezzi dedicati a Luciana Renzetti” da lui scritti, assieme a musiche di Sweelinck, Bach, Stanley e Gounod. Spazio come da tradizione ai giovani talenti: il 24 con il Duo Mercatali dei chitarristi Gianmarco Ciampa e Francesco Scelzo e il primo dicembre con Gabriele Melone, Alessandro De Feo e Corrado Cieri, violoncellisti allievi di Ilie Ionescu. Chiusura l’8 dicembre con CamPet Singers diretti da Carlo Forni in “Passato remoto, futuro semplice”.

“I Concerti d’Autunno” sono realizzati nel programma “Musica e cultura a piazza dei Martiri” dalla Comunità Evangelica Luterana di Napoli con i fondi dell’otto per mille, in collaborazione con Comunità Anglicana di Napoli, Fondazione Evangelica Betania e Progetto Piano.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments