MAIORI – Una scommessa vinta, Maiori e la Costiera Amalfitana hanno risposto presente alla chiamata dell’Associazione Meridiani che ha voluto riportare nello scenario della Divina per eccellenza “Un libro sotto le stelle”, e lo ha fatto in grande, duplicando gli appuntamenti, con 4 serate a luglio, l’ultima stasera con don Tonino Palmese, e le tradizionali 4 serate di agosto dal 25 al 28.
Grande successo dunque di pubblico e di gradimento per le prime 4 serate svoltesi nell’incantevole scenario del bordo piscina del Reginna Palace Hotel di Maiori, grazie alla scelta dei titoli presentati, che come d’abitudine hanno toccato gli argomenti più vari, dallo sport, alla musica, alla più stretta attualità, alla qualità degli ospiti presenti ed al talento di chi ha animato le serate, con i momenti musicali, teatrali ed enogastronomici.
In questi primi 4 appuntamenti hanno presentato i loro libri a Maiori Salvatore Biazzo, giornalista Rai, che ha raccontato nel suo Grazie Ameri, a te Valenti la storia dell’informazione sportiva Rai, nell’anno in cui 90’Minuto compie 50 anni, mentre mercoledì 22 Gino Aveta e Massimo Abbruzzese, autori di Ricordi a quattro corde. Emozioni su Rino Zurzolo (storico bassista di Pino Daniele, scomparso 3 anni fa), hanno portato anche la testimonianza di Lino Vairetti, leader degli Osanna, band napoletana seminale del progressive italiano (paragonati anche ai Genesis di Peter Gabriel) che ad inizio anni 70 ebbe nella sua orbita anche artisti come Alan Sorrenti e sua sorella Jenny.

Ieri, giovedì 23, è stata la volta di Franco Salerno con il suo romanzo Le Ombre non mentono, con la partecipazione di Donato Sarno, memoria storica della Costiera Amalfitana e di Maiori in particolare, segretario del Centro di Storia e Cultura Amalfitana, e del Prof. Alfonso Tortora dell’Università di Salerno.
Questa sera si conclude la prima serie di appuntamenti con il libro di don Tonino Palmese Dio nel frammento. La fede in tempo di pandemia, un lucido tentativo di messa in relazione delle tematiche legate alla fede con quelle dell’emergenza sanitaria, con la partecipazione di Pino Blasi, decano giornalista della Rai e presidente dell’Unione Stampa Cattolica Italiana, del direttore de La Città di Salerno Antonio Manzo e del giornalista Franco Buononato.

Grande soddisfazione dunque da parte dell’Associazione Meridiani, che insieme all’Associazione Albergatori di Maiori presieduta da Anna Citarella, al Consigliere Comunale e già assessore alla cultura Lucia Mammato, alla famiglia Cimini titolare del Reginna Palace Hotel, a Tecnoscuola partner storico della rassegna fin dalle primissime edizioni e UnipolSai e Marapetroli, hanno reso di nuovo possibile lo svolgimento di una manifestazione di alto livello culturale nonostante tutte le limitazioni imposte dalla pandemia e dalla situazione economica non certo agevole.
I 4 appuntamenti di agosto, sempre al Reginna Palace Hotel di Maiori, si preannunciano imperdibili, a cominciare dalla serata del 25 con la presenza dell’inviato di guerra e volto dell’informazione Mediaset Toni Capuozzo, che presenterà il suo ultimo libro sul coronavirus, che ha prodotto scenari che forse non si sono visti neanche in tempo di guerra, con la partecipazione del virologo Prof. Giulio Tarro, per proseguire il 26 con Gianluca Mazzini, Vicedirettore Mediaset Sport, che parlerà di calcio e petrodollari; ancora il 27 con gli intrecci tra donne e potere presentati dal giornalista Rai Pino Scaccia e Anna Raviglione per concludere venerdì 28 con il romanzo noir di Giuseppe Petrarca ed il suo Commissario Lombardo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments