NAPOLI – “Una voce dal basso – Antonio Manna: Il basso napolitano”, è il titolo del programma, in prima visione il 18 aprile alle ore 9 su Sky Classica HD, che rende omaggio allo straordinario cantante napoletano attivo tra la fine del 600 e gli inizi del 700. In onda domenica mattina (ed in replica, in vari orari, per l’intera settimana fino a sabato 24) propone la registrazione del concerto eseguito dall’ensemble Talenti Vulcanici diretto da Stefano Demicheli, con Catherine Jones al violoncello e il basso Nicola Ciancio. Realizzato e prodotto a Napoli, nella Chiesa di Santa Caterina da Siena, quale evento inaugurale della stagione concertistica della Fondazione Pietà de’ Turchini, propone, sulla scorta dellericerche musicologiche di Paologiovanni Maione, una accurata selezione che accoglie ed unisce in sequenza partiture di Alessandro Scarlatti, Nicola Porpora, Nicola Fago, Giovanni Bononcini, Georg Friedrich Haendel, Marc’Antonio Ziani.

“Tra i pochi concerti – sottolinea Federica Castaldo, presidente della Fondazione Pietà de’ Turchini – effettuati in presenza in questa stagione, il nostro omaggio ad Antonio Manna si inserisce nel solco profondo di una ricerca, che proseguiamo instancabili, dedicata alla riscoperta di pagine preziose del nostro immenso e straordinario patrimonio musicale”.

Antonio Manna, sconosciuto ai più, è stato un protagonistadel suo tempo. Acclamato solista per la Real Cappella di Napoli e per la Hofkapelle di Vienna, fu scelto da Hendel per il ruolo da protagonista nella serenata “Aci, Galatea e Polifemo” e fu sodale di Farinelli nell’Erminia di Alessandro Scarlatti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments