VISCIANO – Con l’omaggio a Massimo Troisi si apre ufficialmente la XII edizione del Premio Carpine Visciano. La piccola comunità, cittadella della carità con il suo servo di Dio Padre Arturo D’Onofrio, ricorderà il grande artista giovedì 7 luglio. L’appuntamento è per le ore 21.00 nell’area del parco Giovanni Paolo II che, fino a domenica 9 luglio, sarà trasformata in un’arena culturale all’aperto pronta ad accogliere personaggi da tutto il mondo.

A ricordare Troisi sarà suo nipote, Stefano Veneruso, autore del libro “Il mio verbo preferito è evitare” che farà da filo conduttore ai tanti aneddoti sull’attore di San Giorgio a Cremano scomparso diciannove anni fa.

Ad affiancare Veneruso il direttore artistico della rassegna cinematografica, Carmine Rufino.

Non solo omaggi. Il festival quest’anno si tinge di musica con la performance venerdì 7 luglio di Luigi Ranieri Gargano, pianista riconosciuto a livello internazionale, compositore ed Official Artist per Candlelight Concert.

Tutti appuntamenti che faranno da cornice alla serata di gala di domenica 9 luglio quando saranno decretati i vincitori dei 220 cortometraggi in gara. Ospiti della serata Manuela Arcuri e Maurizio Casagrande, quest’ultimo anche nel ruolo di presidente di giuria.

“Un grande successo ben oltre le aspettative – spiega Carmine Rufino – in pochi mesi ci sono pervenuti ben

220 cortometraggi da 17 Paesi tra cui l’Italia, il Brasile, l’Olanda, gli Stati Uniti, l’Iran, la Spagna. Tutti di ottima qualità e di contenuti validi e perfettamente in linea con il messaggio di inclusione ed integrazione a cui ci siamo ispirati nel bando. Ringrazio la Proloco di Visciano e l’amministrazione comunale per avermi affidato un compito così importante che è frutto di un certosino lavoro di squadra”.

“È la sinergia la chiave del successo – aggiunge l’assessore ai grandi eventi, Maddalena Lombardo – apriamo le porte della nostra piccola comunità al mondo grazie a questi straordinari docufilm che non sono semplici pellicole quanto un vero e proprio manifesto di libertà di espressione”.

La kermesse è organizzata dal comune di Visciano guidato dal sindaco Sabatino Trinchese in sinergia con la Proloco di Visciano presieduta da Claudio Napolitano, l’ambito N24 di cui è capofila il comune di Nola e con il patrocinio della Città Metropolitana di Napoli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments