NAPOLI – Confcommercio Campania lancia un nuovo appello al presidente De Luca per sostenere le imprese in vista della possibile istituzione di “zone rosse” in alcuni Comuni della Campania e della conseguente sospensione di gran parte delle attività commerciali nelle predette zone.

“È necessario prevedere anche per le eventuali zone rosse locali adeguati ristori per le imprese la cui attività verrà sospesa o limitata, similmente a quanto previsto per le zone rosse istituite a livello regionale con Ordinanza del Ministro della Salute. Allo stato, infatti, la normativa nazionale non prevede ristori per le imprese operanti nelle zone rosse istituite localmente; è un vuoto che va assolutamente colmato con immediatezza per evitare il fallimento di centinaia di aziende che si trovano già sull’orlo del baratro per le conseguenze dell’emergenza Covid”. Lo ha scritto il direttore generale di Confcommercio Campania Pasquale Russo in una lettera al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

“Chiediamo inoltre un intervento per sensibilizzare il Governo sulla necessità di estendere i ristori anche alle zone arancioni e gialle per tutte le imprese che hanno subito una rilevante contrazione dell’attività, considerato che la maggior parte delle imprese commerciali e turistiche ha subito un calo del fatturato pari o superiore al 50% rispetto allo scorso anno e che tale situazione, senza alcun intervento, si tradurrà col nuovo anno nella scomparsa di migliaia di aziende e di posti di lavoro”, conclude il direttore generale di Confcommercio Campania Pasquale Russo nella lettera al presidente De Luca.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments