NAPOLI – Si profila un autunno complicato per tante imprese del territorio di Napoli e provincia. Gli effetti del lockdown lasceranno tossine per la ripresa, riuscirà a stare sul mercato chi ha avuto coraggio durante la chiusura investendo nella propria attività.

In un territorio come quello napoletano, dove l’assenza di grandi istituti di credito locali indice non poco sullo sviluppo economico, ha giocato un ruolo importante la banca di credito cooperativo di Napoli che ha continuato a operare al fianco del tessuto produttivo garantendo sostegno finanziari, portando a circa il 16% (rispetto al totale erogate) le operazioni di finanziamento alla clientela previste dai Decreti che il Governo ha emanato durante il periodo emergenziale. L’impegno al fianco delle aziende è stato testimoniato, spiega il presidente Amedeo Manzo, dal bilancio semestrale da poco approvato

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments