ISCHIA – “Lo scudo attivato in Germania, per calmierare i prezzi delle bollette, rappresenta una risposta significativa per attività e famiglie, ma di carattere esclusivamente nazionale. L’obiettivo finale deve invece essere quello di garantire una risposta unitaria su scala europea, che consenta di tutelare le imprese e i cittadini dell’Ue. In una fase così complessa e delicata non è facile trovare una sintesi, ma è necessario, in quanto le risposte isolate e frammentarie sono sempre meno efficaci”.  

Così Pina Picierno, vicepresidente del Parlamento Europeo, in collegamento da Bruxelles all’apertura dei lavori del Forum Internazionale PolieCo sull’Economia dei Rifiuti, in corso ad Ischia, nel giorno del Consiglio Ue dei ministri dell’energia e all’indomani dell’annuncio di Berlino di voler mettere in campo uno scudo da 200 miliardi per calmierare i prezzi delle bollette in Germania. 

 “Il Parlamento europeo – ha aggiunto Picierno – è in prima linea per offrire uno scudo alle imprese e alle famiglie. Il ricatto energetico messo in campo da Putin è un campo di guerra e dinanzi alla strumentalizzazione dei costi bisogna dare una risposta centrale e forte”. 

“Proprio il tema dei rincari energetici è al centro del Forum Polieco rappresentando l’istanza di aiuto di migliaia di imprese e impianti di riciclo che hanno già annunciato chiusura degli impianti”, denuncia il diretto del Consorzio Polieco, Claudia Salvestrini. 

“Per troppo tempo il nesso causale tra inquinamento e salute è stato trascurato.  L’OMS ha stimato per colpa delle nuove patologie create da un ambiente malsano, 250mila morti in più nei prossimi anni. Prestare attenzione al riciclo, vuol dire prestare attenzione alla nostra salute ed è per questa ragione che non possiamo rinviare oltre le politiche di green economy”. Così il sottosegretario al Ministero della Salute Pierpaolo Sileri nel suo intervento al Forum Internazionale PolieCo sull’Economia dei Rifiuti. “La sanità – ha aggiunto il Sottosegretario- si concentra sulla malattia ma deve essere soprattutto prevenzione e la prevenzione si fa rispettando l’ambiente”.  

Il Forum è alla quattordicesima edizione e ha come titolo “Il gioco dei rifiuti” per dare il senso di ciò che accade attorno alla gestione dei rifiuti che fa passi in avanti ma anche, con la carenza di impianti e la scarsa attenzione al mercato dei prodotti realizzati con materia rigenerata, balzi all’indietro. L’accezione negativa non è l’unica. Nella visione positiva il gioco rimanda al bisogno di coordinare impegni ed azioni, come in una squadra di intervento, per giungere ad una soluzione. Il Forum è patrocinato dal Mite e dal Mipaaf. Entrambe le giornate sono riconosciute come corso dell’Ordine dei Giornalisti della Campania.  Il ruolo della corretta informazione è stato sottolineato dal presidente Ottavio Lucarelli.

La due giorni, suddivisa in quattro sessioni, vedrà la presenza di 44 relatori esponenti del mondo dell’impresa, della politica, della magistratura, del giornalismo e del mondo accademico.  

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments