PBC_0208

NAPOLI – Utili, solidità e crescita. Questi i punti di forza del bilancio 2015 della Banca di Credito Cooperativo di Napoli che sarà presentato ai Soci nell’annuale assemblea che si è svolta sabato al teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare.Nel 2015 solo dati positivi per l’istituto di credito napoletano, a partire dal CET1 Capital Ratio che si assesta al 35,90%, ben oltre il requisito minimo previsto dalla normativa. Sul fronte dei fondi destinati alla copertura delle sofferenze si rileva un tasso di copertura che supera 70%; il tasso di copertura dei crediti deteriorati, invece, si assesta al 49%. 

Di rilievo il dato delle sofferenze nette rapportato agli impieghi pari al 2,46%. Dati interessanti se paragonati alla media del sistema bancario e che hanno portato a un risultato lordo d’esercizio di 834 mila euro (netto di 735 milaeuro). Anche nel 2015 è confermato il trend di crescita dei soci che si incrementa del 5%,raggiungendo quota 3.606, come quello dei clienti che segna un + 8%. Il dato della raccolta complessiva segna 99 milioni (+13%), con una raccolta diretta di 83,4 milioni (+22 per cento). 36 imilioni (+5%) degli impieghi totali a cui vanno sommati i 103 milioni degli impieghi accordati dalle società del gruppo. Anche il capitale sociale è in crescita con i suoi 10,4 milioni (+6%), così come il patrimonio che raggiunge i 13,4 milioni (+9,13 %).“Tutti dati che indicano che la Banca impatta bene, sia in termini di stabilità che di solidità, un territorio eterogeneo come quello Napoletano, in un momento storico complesso, sia per la crisi finanziaria che, ormai si protrae da più di qualche anno, sia per il moltiplicarsi delle normedestinate al settore creditizio. La recente riforma del Credito Cooperativo, poi propone un nuovomodello di BCC, in cui la capacità di essere dinamici, snelli, efficienti, tecnologicamente progrediti stabiliranno il grado di autonomia per ogni singola banca. La BCC di Napoli, interpreta a pieno titolo questo nuovo modello. Le performance di questi anni, sono la testimonianza che ha saputo miscelare dinamicità e conoscenza del territorio, rigore finanziario ed efficacia”. Questo il commento del Presidente della BCC di Napoli Amedeo Manzo.L’Assemblea sarà anche un’occasione di incontro per tutta la città, vista la consueta rappresentanza istituzionale, imprenditoriale e culturale che ogni anno caratterizza l’evento. Insieme ai certi nazionali del Credito cooperativo saranno presenti tra gli altri il cardinale Crescenzio Sepe e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Quest’anno una attenzione particolare al sociale. Finanza ed economia, dunque, ma anche solidarietà a km 0 come testimonia il crowdfunding, che ha dato vita a un Concerto di Beneficenza condotto da Lino d’Angiò nel quale si esibiranno Peppino di Capri, Gigi Finizio e Valentina Stella, che consentirà l’acquisto di un macchinario necessario alla riabilitazione dei bambini con malattie neurologiche, ortopediche o con gravi problemi di obesità che sarà donato alla Fondazione Santobono-Pausilypon che sarà messo a disposizione di tutti i bambini napoletani.

{youtube}cSFpkZBqqnI{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments