Uiltucs

NAPOLI – Siglato a Firenze nella notte del 11 luglio il Contratto Integrativo Aziendale del gruppo Synlab, leader nel settore della diagnostica medica.

Tale Contratto Integrativo è applicabile a tutte le lavoratrici e i lavoratori del gruppo Synlab Italia.

Il gruppo Synlab Italia oltre ad essere presente in Italia con 1500 addetti, è presente in 4 continenti suddiviso su 38 paesi con 22 mila dipendenti e ha il suo quartier generale in Germania a Monaco di Baviera.

Il suo maggiore azionista è il fondo di investimento inglese Cinven.

Interessanti e qualificanti i contenuti del primo Contratto Integrativo di gruppo Italia.

“Questo Contratto – dichiara Gennaro Strazzullo per la Uiltucs Nazionale – mette al centro il valore delle concrete applicazioni in merito alle politiche di genere.

Punto importante è il tema legato alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, punto fondamentale per gli addetti anche in considerazione di una assenza di politiche sociali a sostegno da parte degli enti locali (e non solo), in tale contesto anche la regolamentazione della procedura di richiesta e fruizione di ferie e permessi ha determinato una maggiore conciliazione di vita e lavoro degli addetti, da questo versante anche il bonus nascite, nonché il sostegno economico per i primi 4 anni di vita dei figli ha un importante valore sociale per incrementare le nascite e la formazione familiare”.

“Dal punto di vista salariale, oltre all’integrazione del trattamento economico di malattia e del periodo di carenza, va sottolineato – continua Strazzullo che segue la vicenda per il sindacato – il risultato raggiunto sul sistema salariale premiante per tutta la forza lavoro.

Tale sistema premiante da il principio alla fase di salario aggiuntivo legato alla redditività di Gruppo in aggiunta ad altri parametri di risultato legati alle realtà dove operano gli addetti.
Fondamentale su questo ultimo punto la possibilità di scelta del lavoratore tra monetizzazione o piattaforma di Welfare Aziendale a miglior favore.

Ottimo risultato si è raggiunto anche dal punto di vista solidaristico, in riferimento all’introduzione della banca ore Nazionale in merito alla possibilità dei lavoratori di usufruire di permessi di colleghi in casi di necessità di chi per ovvi motivi li ha consumati tutti”.

Tale procedura verrà regolamenta con un protocollo aggiuntivo stilato da apposita commissione paritetica.

Quanto evidenziato ed in aggiunta di ulteriori punti costituiti nel Contratto Integrativo saranno oggetto di verifica e confronto periodale attraverso la procedura di relazioni sindacali che è alla base di tale accordo, che ha valorizzato è migliorato il tema dei diritti sindacali in armonia con i CCNL applicati ovvero quello del Commercio è quello degli Studi Professionali, inserendo all’interno dell’Accordo il miglior favore delle normative in merito.

È stato inoltre costituito il coordinamento delle RSA ed RSU del gruppo facenti capo alle OO. SS. stipulanti Filcams, Fisascat, Uiltucs.

Grande soddisfazione per il risultato raggiunto, è stata espressa da Gennaro Strazzullo per la Uiltucs Nazionale, che ha sottolineato il grande valore della contrattazione di secondo livello che vede la sua sintesi ad integrazione di quella fondamentale ed imprescindibile quale quella di primo livello ovvero quella relativa ai contratti nazionali.

“È chiaro ed evidente che per migliorare le condizioni salariali e normative, nonché il giusto equilibrio tra tempi di vita e di lavoro non resta altro che la contrattazione tra Imprese e Sindacato.
E la strada intrapresa tra il Gruppo Synlab e i Sindacati di confrontarsi e di sottoscrivere accordi è quella vincente per le lavoratrice i lavoratori e le Imprese.

L’accordo raggiunto sarà sottoposto alle assemblee dei lavoratori nel mese di luglio e decorrerà dal 1 agosto 2018”.

“In Campania – conclude Strazzullo – i centri SDN con ben 200 lavoratori saranno assorbiti da tale gruppo con un accordo integrativo territoriale che verrà stipulato il 20 luglio”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments